“In biblioteca si legge” Il terzo appuntamento per la “Festa del Popolo Veneto” con una lettura di Dino Coltro

di admin
Lunedì 25 marzo, alle ore 21:00, nelle sedi delle biblioteche aderenti, si terrà il terzo appuntamento del progetto di rete dedicato alle attività di pubblica lettura: “In biblioteca si legge”. Il progetto è promosso dall'Assessorato alla Cultura della Provincia di Verona e coordinato dal Sistema Bibliotecario Provinciale di Verona (SBPvr).

Il terzo incontro dell’iniziativa è dedicato alla “Festa del Popolo Veneto”, che viene celebrata il 25 marzo e che è stata istituita nel 2007 (Legge Regionale n. 8) al fine di favorire la conoscenza della storia del Veneto, di valorizzarne l’originale patrimonio linguistico e di illustrarne i valori di cultura e di costume nel loro radicamento e nella loro prospettiva. La lettura scelta per tale ricorrenza è il brano “La nostra polenta quotidiana” contenuto in: Dino Coltro “La nostra polenta quotidiana. Una storia contadina al femminile”, Verona, Cierre Ed. 2002, pp. 33 – 79.
Hanno aderito all’appuntamento 9 biblioteche comunali: Bardolino, Bonavigo, Bovolone, Cerro Veronese, Fondazione Fioroni di Legnago, Peschiera del Garda, Sona, Trevenzuolo, Valeggio sul Mincio.

L’assessore alla Cultura e Identità Veneta Marco Ambrosini sarà presente in occasione della pubblica lettura presso la Fondazione Fioroni di Legnago che, dallo scorso anno, ospita il “Centro Studi Dino Coltro”. Parteciperanno inoltre Stefano Coltro, figlio del celebre scrittore veronese e la vedova signora Ermenegilda.

L’idea che sostiene “In biblioteca si legge” consiste nell’individuare un autore o un testo, in occasione di un anniversario o di una ricorrenza di rilevanza civile o sociale, e proporne una lettura pubblica contemporaneamente nelle biblioteche del Sistema Bibliotecario Provinciale che aderiscono, di volta in volta, all’iniziativa. I singoli appuntamenti concorrono in questo modo a creare un unico grande evento che si viene a svolgere nello stesso giorno, alla stessa ora, proponendo la medesima lettura, con l’intento di coinvolgere in maniera sempre più capillare le biblioteche e gli utenti del territorio provinciale e rafforzare sentimenti di partecipazione collettiva alle ricorrenze che scandiscono la vita della nostre comunità.

Condividi ora!