LA SOLIDARIETA’ VIAGGIA SU QUATTRO RUOTE: FEVOSS AMPLIA IL PROPRIO PARCO MACCHINE

di admin
Con quattro nuovi automezzi, la Federazione dei Servizi di Volontariato Socio Sanitario veronese ha ampliato il servizio di trasporto “Solidarietà in viaggio”

Con quattro nuovi automezzi da destinare al progetto “Solidarietà in viaggio”, Fevoss – Federazione dei servizi di volontariato socio-sanitario ha ampliato il proprio parco macchine per offrire un sostegno più esteso alla cittadinanza scaligera.
La consegna delle chiavi dei veicoli preceduta dalla benedizione impartita dal vescovo di Verona, mons. Giuseppe Zenti, è avvenuta oggi, nella Città dell’Auto Vicentini Spa di via Gardesane 49, alla presenza dei protagonisti di questo indispensabile servizio di trasporto, ovvero i volontari autisti e accompagnatori del progetto “Solidarietà in viaggio”, insieme ai benefattori che con la loro generosità hanno manifestato il sostegno alla onlus scaligera in occasione del venticinquesimo anniversario della fondazione.

I NUOVI AUTOMEZZI. L’acquisto dei nuovi automezzi è stato reso possibile grazie ai contributi di Fondazione Cariverona e Banca Popolare di Verona per il progetto “Quando la diversità è dono comune”; della Regione Veneto per il progetto “Stacco”, ottenuto attraverso la DGR 1749 del 26/10/2011 su domanda della Fondazione del Volontariato di Verona, che consiste nel trasporto gratuito e nell’accompagnamento di utenti anziani con difficoltà di deambulazione nelle strutture mediche e socio sanitarie della provincia scaligera al fine di effettuare visite mediche, esami e controlli. Due degli automezzi sono stati donati invece da volontari Fevoss: dalla signora Augusta Poldi, con il lascito testamentario in favore della onlus veronese, e da un anonimo cittadino che con un gesto di grande munificenza ha voluto ricordare la scomparsa dell’amico, per molti anni volontario autista dell’associazione, Riccardo Zanetti.

CARATTERISTICHE. I nuovi arrivati su quattro ruote in casa Fevoss sono una coppia di Wolkswagen Crafter Kombi 35 TD 2.0 di colore bianco da nove passeggeri (completi di alloggiamento per tre carrozzine, sollevatore posteriore e gradino che aiuta l’utente nella salita dalla portiera laterale) e una coppia di Wolkswagen Caddy Maxi TD 1.6 versione Trendline di colore argento da sette posti (con nicchia di alloggiamento per carrozzella e scivolo per agevolare la salita della stessa). Si tratta di mezzi moderni e confortevoli dotati di motori di nuova generazione, che verranno impiegati sulle strade del territorio comunale e provinciale, in trasferte per raggiungere altre città o addirittura per viaggi all’estero.
Sono tutti veicoli attrezzati per l’accompagnamento di persone giovani e anziane, anche con disabilità temporanea o permanente, bisognose di essere trasportate in centri di cura e riabilitazione pubblici e privati o nei luoghi di lavoro, studio, svago.

IL PROGETTO. Il progetto “Solidarietà in viaggio” può contare oggi su un parco macchine di 25 mezzi (operativi tra la sede centrale di Porta Vescovo e i gruppi territoriali) e sull’impegno di un “esercito” di circa 200 volontari tra autisti e accompagnatori, adeguatamente formati nella guida e nell’assistenza, che in maniera gratuita si alternano ogni giorno nel servizio di trasporto di persone bisognose.
Fevoss è sempre alla ricerca di volontari autisti e accompagnatori, oltre che di persone disposte a collaborare per migliorare e far crescere nella qualità il progetto “Solidarietà in viaggio”. Quello del trasporto è infatti un problema particolarmente sentito tra la popolazione di ogni età, soprattutto in un periodo di difficoltà economiche come quello attuale, cui la onlus dedica la propria attenzione già dal 1992, quando ricevette in regalo il primo pulmino da parte dell’Associazione Lady Circle. Un impulso importante alla crescita dell’attività è stato dato negli anni anche da Sergio Gambarotto, già direttore generale della Pia Opera Ciccarelli, la cui scomparsa è stata ricordata durante la cerimonia con il dono ai familiari di un’opera dello scultore Zeno Finotti.

Condividi ora!