Fiera d’Autunno 2011, vetrina dell’economia locale

di admin
La Fiera d’Autunno, con il salone della salute Sani&Vital e Biolife è stata un perfetto connubio tra informazione, intrattenimento e possibilità di acquisto, questo è stato sottolineato dalla forte affluenza che ha visto 47.000 persone calcare i 25.000 m² occupati da 430 aziende espositrici.

La Fiera d’Autunno 2011 conferma il suo giusto posizionamento tra il tempo del Törggelen e i prossimi mercatini di Natale; 47.000 visitatori, in cinque giorni, hanno visitato la ricca offerta fieristica della principale manifestazione B2C di Fiera Bolzano. L’84,3% dei visitatori intervistati, su un campione di 636, sono altoatesini, mentre il 10,8% dei visitatori viene dal vicino Trentino e il resto da altre regioni e dall’estero.
Il pubblico visita volentieri la rassegna, fa acquisti e vuole sapere quali sono le novità lanciate sul mercato, lo dimostra il risultato molto positivo dell’indagine: il 99,5% del campione di visitatori intervistati ha giudicato positivamente la manifestazione: il 34,3% l‘ha definita un’edizione “molto buona“, il 55,2% “buona“, il 10% “soddisfacente“ e solo lo 0,5% l‘ha giudicata non soddisfacente.
La Fiera d’Autunno 2011 è stata accompagnata durante i cinque giorni dal salone dedicato alla salute, che ha riscosso un ottimo successo, soprattutto per i workshop pratici e per la possibilità di informarsi sui servizi offerti dall’unione sanitaria locale e quasi il 60% degli intervistati hanno espresso un vero e proprio interesse per questo settore della Fiera d’Autunno. Altri settori più apprezzati sono stati quello di Saporita (27%), al terzo posto Biolife (21,7%), seguita da quello dell’abitare e del costruire (21,5%).
Gli espositori di questi settori sono rimasti molto soddisfatti:
Christine Moser della distilleria di pino mugo Eschgfeller, afferma: “La Fiera d’Autunno è per noi un’ottima possibilità per presentare le nuove linee di prodotto e per affermare e far accrescere il nome della nostra azienda. Il volere più importante di una partecipazione fieristica sta nel contatto diretto con i clienti e nella possibilità di ricevere dall’esterno consigli o valutazioni interessanti”. Anche Jürgen Holhlweg, titolare della ditta Joe’s Möbelboutique è soddisfatto dell’andamento della manifestazione: „La Fiera d’Autunno rappresenta la giusta piattaforma per prendere piede sul mercato altoatesino e delle località limitrofe e siamo stati contenti di poter presentare la nostra offerta proprio in Alto Adige”.
Da venerdì a domenica Biolife, l’unica fiera in Italia dedicata al prodotto biologico certificato, ha accolto con le sue 181 aziende chi opera nel settore del biologico, ma anche i consumatori finali, già ospiti della Fiera d’Autunno. Per i produttori è stata un’occasione interessante per confrontarsi con chi effettivamente acquista i prodotti bio e con chi è sensibili a queste tematiche.
Natale Castellano di Miaterra valuta Biolife come la fiera del prodotto biologico numero 1 in Italia: „la qualità degli espositori aumenta di anno in anno e questa fiera si è sviluppata come una piccola, ma importante piattaforma di nicchia per il prodotti biologici certificati di alta qualità”.
Davide Rosciano di Pole Pole, per la prima volta espositore a Biolife, ha affermato: “esporremo sicuramente anche l’anno prossimo, la popolazione nel nord est d’Italia è molto orientata ad un futuro sostenibile e a Bolzano l’interesse del pubblico verso i prodotti biologici è davvero alto”.
Nonostante il 58% dei visitatori intervistati abbiano affermato di essere soddisfatti della propria situazione economica “così, così” e il 7,6% di non essere per niente soddisfatti, il 47,6% di essi dichiara di aver effettuato acquisti durante la 64esima edizione della Fiera d’Autunno. Il 34,4% afferma invece, in maniera positiva, di essere molto soddisfatto della propria situazione economica.

Condividi ora!