Una manovra da rivedere

di admin
E’ finalmente apparsa sui media la manovra del governo, è un decreto che taglia un po’ qua un po’ la, inasprisce alcune posizioni verso chi ha una situazione tutelata( statali, banche, assicurazioni, pensionati, ecc).

aggrava le spese sanitarie anche per togliere il vezzo che si era instaurato di fare visite specialistiche per ogni malessere incentivando talvolta un malcostume esagerato di controlli medici non necessari. Eppure si è protestato per le pensioni medio-alte che vengono falcidiate, eppure si è protestato perché il decreto contiene come al solito una norma salva premier. Ovviamente dei tagli di pensioni assurde di costi della politica, rimandati ad altra data: non si può diceva qualcuno, chiedere ai capponi di far Natale anticipato. E in tutto questo ci si dimenticati del rilancio dell’economia, degli investimenti in ricerca e tecnologie che ci facciano stare solo un poco dietro gli altri Paesi, mancano le norme sulla semplificazione normativa, anzi altre ne sono state fatte, mancano gli incentivi alle energie rinnovabili, mancano le liberalizzazioni . Forse era il massimo possibile di questi tempi, ma risparmiare sulle spese militari di guerra si poteva, ma risparmiare su enti inutili ed altre amenità era doveroso. Forse l’unica legge elettorale seria impone che chi viene eletto deve adottare il programma di governo che aveva promesso pena la decadenza dal seggio parlamentare.

Condividi ora!