Bike Sharing: a luglio avvio installazione ciclostazioni, servizio attivo entro settembre

di admin
Inizieranno a luglio i lavori di installazione delle 20 ciclostazioni del servizio “bike sharing”, che entrerà in funzione a Verona a partire da settembre, con un numero complessivo di 250 biciclette.

Lo hanno annunciato questa mattina gli assessori alla Mobilità Enrico Corsi e all’Ambiente Federico Sboarina, insieme all’amministratore delegato della società Clear Channel Giovanni Celentano e al project manager Sergio Verrecchia, vincitrice dell’appalto per la realizzazione e gestione del servizio per la durata di quindici anni. “Siamo arrivati alla fase conclusiva del progetto – ha detto Corsi – che consentirà a Verona di avere un sistema automatico di distribuzione di biciclette nei principali punti strategici cittadini tra i più avanzati a livello internazionale, già presente in capitali come Parigi e Vienna e, in Italia, in grandi città come Milano e Torino. Un vero e proprio sistema di mobilità alternativa al mezzo privato, facilmente utilizzabile per percorre il centro cittadino con un mezzo non inquinante”. “Dal punto di vista ambientale è un servizio assolutamente innovativo per la città di Verona – ha aggiunto Sboarina – pensato, oltre che per i turisti, anche e soprattutto per i veronesi che potranno spostarsi in bicicletta per brevi tragitti gratuitamente e successivamente ad un costo irrisorio. Nel tempo il sistema potrà essere implementato con ulteriori nuove ciclostazioni, fino ad un massimo di 50 complessive, per collegare anche i parcheggi fuori dal centro”. Il servizio sarà operativo tutto l’anno, festività comprese, dalle ore 6 alle 24 e potrà essere accessibile mediante l’utilizzo di un’apposita tessera elettronica o dei codici di identificazione. Previste quattro tipologie di abbonamento: annuale (costo 25 euro); mensile (10 euro); settimanale (5 euro) e giornaliero (2 euro), con la prima mezz’ora gratuita. Il pagamento dell’abbonamento avverrà con carta di credito. Un sistema automatico monitorerà il numero di biciclette presenti in ognuno dei 20 siti, per consentire ai fruitori del servizio di trovare sempre a disposizione una bicicletta e il posto dove riporla. Le biciclette, di colore grigio, saranno dotate di manubrio ampio ed ergonomico, cambio a tre velocità, sistema automatico di illuminazione notturna e diurna e di un giunto cardanico in sostituzione della catena. La manutenzione dei mezzi sarà a carico dell’azienda Clear Channel. Le  ciclostazioni per la distribuzione automatica di biciclette, con istruzioni, oltre che in italiano, anche in inglese e tedesco, sono previste: alla stazione ferroviaria di Porta Nuova; al parcheggio Passalacqua; in piazza Bra; in piazza Erbe; in via Cappello alla Biblioteca Civica comunale; al parcheggio di Porta Palio; all’Arsenale; alla  stazione ferroviaria di Porta Vescovo; all’ospedale Maggiore Borgo Trento in piazzale Stefani; in piazza Isolo; agli Uffici Giudiziari in via dello Zappatore; alla Fiera in viale del Lavoro; in piazza S. Zeno; a Porta Vescovo; a Santo Stefano; al Cimitero, a ponte Garibaldi; in piazza Cittadella; in piazza Cadorna e in corso Cavour. Prossimamente sarà attivo il sito internet www.bikeverona.it per informazioni, sottoscrizione dell’abbonamento e verifica in tempo reale della disponibilità di biciclette in tutti i siti.  

Condividi ora!