Domani il perchè l’anticipo di vendemmia

di admin
Veneto Agricoltura e CRA-VIT di Conegliano presentano (ore 15,00 c/o Università) la vendemmia 2011. Si delineano produzione in calo ma qualità buona. Le ondate di calore. Presenti Manzato, Pizzolato, Boatto, Failla, etc.

Vendemmia anticipata di 15-20 giorni rispetto allo scorso anno, quantità in calo, sanità e qualità delle uve buona, vista la compattezza con cui si presentano oggi i grappoli nei vigneti del Veneto. Sono queste, in sintesi, le prime informazioni che emergono dai dati raccolti da Veneto Agricoltura e CRA-VIT, che saranno illustrati domani mercoledì 15 giugno a Conegliano (Tv) alle ore 15,00 presso la sede dell’Università (via Dalmasso 1).
L’iniziativa, curata da Europe Direct Veneto, lo sportello europeo di Veneto Agricoltura, intende fare il punto sullo stato fitosanitario del vigneto veneto alla vigilia dell’estate e fornire le prime anticipazioni sulla vendemmia 2011 che, considerate le alte temperature registrate ad aprile e maggio, dovrebbe iniziare tra il 10 e il 15 agosto.
All’evento è prevista la partecipazione dell’Assessore regionale all’Agricoltura, Franco Manzato, dell’Amministratore Unico di Veneto Agricoltura, Paolo Pizzolato, del direttore di CRA-VIT di Conegliano, Luigi Bavaresco, del Prof. Vasco Boatto dell’Università di Padova, di Francesco Rech, del Centro Meteorologico di Teolo (Pd), e del Prof. Osvaldo Failla dell’Università di Milano. Nell’occasione, si parlerà anche degli effetti sulla qualità dell’uva prodotti dalle ondate di calore che sempre più frequentemente investono le regioni del nord Italia.

Condividi ora!