Per tutte le donne “Melodie da sera”

di admin
Prossimi eventi di L’ago: venerdì 11 e sabato 26 marzo 2011 e in libreria la testimonianza di Marco Lentini.

Il prossimo mese di marzo sboccia all’insegna della donna, con un omaggio alla sua femminilità. Due gli appuntamenti del mese, l’11 e il 26 marzo, entrambi a ingresso libero, come tutte le iniziative organizzate dal gruppo L’ago e dall’Associazione De Benaco.
MELODIE DA SERA – L’ago e Madame Rebecca, in collaborazione con l’agriturismo Le Preseglie, propongono un’elegante serata in rosa, tra poesia, musica ed esclusivi abiti vintage: venerdì 11 marzo dalle ore 20.45 la sala ottocentesca delle Preseglie, a San Martino della Battaglia (Desenzano, loc. Preseglie), sarà avvolta di soavi “Melodie da sera”, omaggio a tutte le donne.
Un tocco di femminilità e delicata poesia in una serata con l’autore Luigi Carriero e i suoi versi poetici dedicati al gentilsesso, raccolti e pubblicati nel libro “Melodie” (2010). Musica dal vivo e una passerella di abiti vintage faranno da cornice all’evento, creando un’aurea magica, di raffinata tentazione tra sogno e ilarità.
INCONTRO CON L’AUTORE – Sabato 26 marzo alle ore 18 torna l’autore gardesano Marco Lentini, ex detenuto attualmente in misure alternative, con il suo romanzo autobiografico “Io… l’Assassino”.
Dopo il seminario “Oltre le sbarre. Voci dentro e fuori dal carcere”, promosso dall’Associazione De Benaco il 22 gennaio scorso a San Martino, ad accogliere lo scrittore questa volta sarà la libreria Castelli-Podavini in via Roma, nel centro storico di Desenzano.
L’AUTORE:
Marco Lentini, pseudonimo dietro cui si cela l’autore del libro “Io… l’Assassino”, è nato a Mantova nel febbraio del 1960 e oggi vive sulla sponda bresciana del Garda. Arrestato una prima volta nel 1980, nel corso della sua vita ha varcato numerose volte le porte del carcere trascorrendovi complessivamente circa 14 anni parte dei quali in Spagna, Svizzera e Austria.
Dopo un grave episodio di cronaca nera, nel 1999, si trova a rientrare in carcere. Da lì nasce il suo intenso romanzo autobiografico, già presentato in varie sedi e scuole del Nord Italia a un pubblico sempre più eterogeneo.
Marco ha iniziato a scrivere nel 2004, mentre si trovava detenuto nel carcere di Aosta, nel 2007 si è diplomato presso il liceo di Ferrara e l’anno successivo si è convertito e ha iniziato a praticare il Buddismo; l’estate dello stesso anno è uscito dal carcere.
«Se avessi voluto – ricorda l’autore – avrei potuto ancora salvarmi, e non solo dall’ergastolo, ma anche e per quanto sia spiacevole dirlo, da me stesso. Il tempo delle indecisioni era terminato, mi attendeva una scelta, una scelta che si poteva sintetizzare in due semplici parole: vita o morte».
IL LIBRO:
Nel suo romanzo “Io… l’Assassino” (2010), Lentini descrive brevi spaccati di vita carceraria e un tragico fatto di cronaca nera, alla fine degli anni ’90: eventi forti, che fanno da sfondo in un percorso emozionante, profondo e commovente, in cui l’autore va alla ricerca della propria identità. Un viaggio che si svela pagina dopo pagina, attraverso profonde riflessioni, frutto di autentiche sofferenze e pentimenti, rimorsi e voglia di riscatto personale, attraverso gli anni più duri e le tribolazioni dietro le sbarre, dove una sincera introspezione spinge l’autore fin dentro il suo “Io” più profondo.

Condividi ora!