Presidente consiglio comunale Fratta Pasini interviene a Padova all’assemblea annuale Anci

di admin
Il presidente del Consiglio comunale Pieralfonso Fratta Pasini, in veste di vicecoordinatore nazionale, è intervenuto nel pomeriggio, alla Fiera di Padova, all’assemblea annuale della Conferenza dei Consigli comunali italiani.

Nel suo intervento Fratta Pasini ha affrontato il tema delle modiche all’assetto delle autonomie locali e del ridimensionamento del ruolo del Consiglio comunale “a causa –ha affermato- di una serie di provvedimenti normativi non organici e non lineari”. “A fronte del ruolo conclamato del Consiglio comunale quale organo di indirizzo e controllo dell’Amministrazione, che imporrebbe di fatto una corrispondente attribuzione di poteri –ha detto Fratta Pasini- abbiamo assistito invece ad una riduzione delle funzioni ad esso realmente conferite”. “Tutti dicono di voler avvicinare la politica ai cittadini e i cittadini alla politica –ha proseguito Fratta Pasini-  ma chi si vorrebbe avvicinare ad un ambito oramai sminuito dalla progressiva riduzione dei componenti dell’assemblea e delle sue funzioni, dalla povertà degli strumenti e delle capacità di influire sugli assetti organizzativi e di indirizzo degli enti?”. “Solo un Consiglio forte –ha concluso Fratta Pasini-  in una posizione di equilibrio con l’esecutivo, in un sistema effettivamente bilanciato quanto a ruoli e responsabilità, può ridare vera linfa e vitalità alla partecipazione dei cittadini, ad un loro effettivo coinvolgimento attivo nei processi decisionali che li riguardano”. Fratta Pasini ha poi ricordato l’impegno del Comune di Verona che, negli ultimi anni, come altri Comuni italiani, ha operato nell’interesse dell’Assemblea cittadina, valorizzando e migliorando il lavoro dei Consiglieri. “Grazie al forte lavoro di implementazione informatica nell’organizzazione della Segreteria del Consiglio e alla creazione di un’area web dedicata alle attività del Consiglio comunale – ha spiegato Fratta Pasini – abbiamo ottenuto notevoli risparmi di gestione e facilitato l’operato dei Consiglieri, migliorandone la comunicazione e l’attività politico-amministrativa senza ulteriori aggravi di spese, in conformità alle recenti riforme in tema di trasparenza ed efficienza delle pubbliche amministrazioni”. “Quello che voglio sottolineare –ha concluso il presidente- è l’importanza di riconoscere al Consiglio, in qualità di assemblea rappresentativa di tutte le parti politiche, la capacità di influire realmente sulla vita pubblica nell’interesse prioritario dei cittadini”.  

Condividi ora!