Polizia municipale. Patente: cambiano le regole per le esercitazioni alla guida

di admin
Da domani, giovedì 11 novembre, le esercitazioni pratiche di guida saranno consentite solo dopo il superamento dell’esame teorico e non, come avvenuto fino ad oggi, con il semplice rilascio del foglio rosa.

 La prova di teoria dovrà essere superata, con un massimo di due tentativi, entro sei mesi dalla data di presentazione della domanda per il conseguimento della patente, pena l’attivazione di una nuova procedura. Il superamento dell’esame teorico verrà indicato sul foglio rosa e, solo a quel punto, l’aspirante patentato potrà esercitarsi nella guida, affiancato nelle prove da un istruttore professionale o da una persona munita di patente da almeno 10 anni e con età non superiore a 60 anni (65 se il veicolo è dotato di doppi comandi). Prevista una deroga per la guida di veicoli, come monoposto e motocicli, sui quali l’istruttore non può prendere posto. Le esercitazioni, in questo caso, dovranno essere effettuate in luoghi ed orari con scarsa affluenza di traffico. La nuova disciplina sarà applica alle domande per il conseguimento della patente di guida presentate dall’11 novembre in poi. Per chi passa alla categoria di patente superiore (es: dalla A alla B) non cambia nulla, perché già oggi non è previsto l’esame teorico. Previste sanzioni, per chi si esercita alla guida in modo irregolare, da 78 a 389 euro.

Condividi ora!