Sequestrato cantiere ad Avesa per trasformazione da serra ad unità abitativa

di admin
Gli agenti della Polizia municipale hanno bloccato i lavori e messo sotto sequestro un intero cantiere e denunciato tre persone all’Autorità Giudiziaria per abuso edilizio in zona tutelata da vincolo paesaggistico.

E’ avvenuto nei giorni scorsi sulle colline di Avesa, in via Benini- località Valscura, durante un servizio di mappatura del territorio collinare veronese da parte del  nucleo Edilizia. Dai controlli è emerso che, quella che era accatastata come una serra-magazzino stava diventando un complesso abitativo, probabilmente composto da tre villette, con ingressi indipendenti, piano mansardato e predisposizioni varie per i servizi. La serra, costruita nel 1983 con una facciata di 30 metri circa e una profondità di 7 metri, doveva essere sistemata. Per questo era stata presentata una richiesta di restauro al settore edilizio del Comune di Verona, che aveva chiesto di approfondire la richiesta fornendo nuovi documenti e progetti. Rilasciati i titoli per ristrutturare una serra-magazzino, i lavori sono iniziati. Il 13 ottobre è avvenuto il sopralluogo degli agenti, che hanno verificato come i lavori stessero snaturando la serra e predisponendo l’immobile ad unità abitativa. Nell’ultimo anno l’operazione Colline Pulite, nata da un’attività di monitoraggio attraverso fotografie satellitari, ha portato alla segnalazione all’Autorità Giudiziaria di una decina di persone per reati di natura edilizia.

Condividi ora!