Consiglio comunale. Approvate modifiche al regolamento del mercato di Piazza Erbe

di admin
E’ stata approvata dal Consiglio comunale, con 31 voti favorevoli, 1 contrario e 6 astenuti, la delibera per le modifiche alla regolamentazione del mercato di piazza Erbe.

“Le modifiche – spiega l’assessore al Commercio Enrico Corsi – permetteranno anche la vendita da parte dei banchi di piazza Erbe di souvenir non alimentari che, indipendentemente dal luogo di produzione: richiamino siti storici, monumenti paesaggistici ed emblemi veneti; simbolizzino aspetti del territorio veneto o anche italiano e riportino scritte od altri elementi che richiamino località o monumenti veneti o anche italiani, purché nei limiti del 30 per cento della superficie espositiva del banco”. Accolti dall’assessore Corsi due emendamenti: uno a firma del capogruppo Verona civica Edoardo Tisato, l’altro del consigliere PD Orietta Salemi. Accolto, infine, come raccomandazione anche l’emendamento a firma del consigliere Lista Tosi Francesco Spangaro. “Per una migliore organizzazione del mercato di piazza delle Erbe – spiega il capogruppo Verona civica Edoardo Tisato – ritengo sia il caso di valutare la possibilità di chiusura dei banchi per le ore 19. Una soluzione che consentirebbe di evitare lo sgombero dei banchi nelle ore più critiche del pomeriggio e di usufruire della piazza libera nelle ore serali”. “E’ da valutare – spiega il consigliere Lista Tosi Francesco Spangaro – la possibilità di lasciare libera la piazza per tutte le domenica dei mesi di giugno e luglio. In questo modo, almeno per due mesi all’anno, cittadini e turisti potrebbero vivere ed apprezzare a pieno questa bella ed importante piazza della città”. “Siamo partiti con un regolamento che voleva tutelare al massimo la vendita nella piazza dei soli prodotti tipici locali – dichiara il consigliere PD Giancarlo Montagnoli – ora, con queste nuove modifiche, arriviamo a riconoscere la possibilità di vendita nella piazza di merce di qualsiasi tipo”. “Per il futuro – dichiara il consigliere PD Orietta Salemi – sogno una piazza Erbe completamente libera da banchi, una scelta che tutelerebbe davvero la bellezza storico-artistica di questa piazza”. “A questa Amministrazione – dichiara il capogruppo dei Comunisti italiani Graziano Perini – stanno a cuore solo gli interessi dei commercianti. La storia e la tradizione di questa piazza sono stati da tempo completamente dimenticati”. “Siamo di fronte all’ennesimo rimaneggiamento di questo regolamento – dichiara il capogruppo PD Stefania Sartori – queste nuove modifiche rischiano di far scomparire completamente le storiche attività del mercato delle Erbe”. Approvata all’unanimità, con 39 voti favorevoli, la delibera per la modifica del rapporto di concessione all’associazione enogastronomica veronese del Boncuciar dell’area comunale in piazzale Guardini. “La nuova concessione, che avrà una durata di 20 anni – spiega l’assessore al Patrimonio Daniele Polato – oltre all’utilizzo del terreno comunale presente in piazzale Guardini prevede anche la realizzazione, da parte dell’associazione, di un impianto  fotovoltaico sul tetto del fabbricato”.  Con 39 voti favorevoli, è stata approvata all’unanimità la delibera per la modifica della durata, da 5 a 15 anni, della concessione d’uso dell’ex alloggio del custode della scuola Salgari in favore all’associazione “La Strada”. Approvata, con 25 voti favorevoli e 2 contrari, la mozione riguardante l’appello per la liberazione del prigioniere politico Oscar Elias Biscet, a firma del consigliere della  Lista Tosi Alberto Zelger. Con 26 voti favorevoli è stata approvata all’unanimità la mozione del consigliere della Lega Nord Enzo Flego, che impegna l’amministrazione a ricordare degnamente “il grande architetto veronese Michele Sanmicheli”. Il Consiglio comunale si è chiuso alle ore 20.30, per mancanza del numero legale (23 consiglieri in aula), sulla votazione della mozione del consigliere dei Comunisti Italiani Graziano Perini di solidarietà “verso il Governo ed il popolo cubano contro i tentativi di destabilizzazione portati avanti da strutture ed organizzazioni anticubane”. Rinviate all’esame del Consiglio la mozione a firma del consigliere di Alleanza Nazionale Antonio Lella, “per intervenire con sanzioni verso chi deturpa il decoro cittadino”; l’ordine del giorno a firma dei consiglieri del PD Fabio Segattini e Carla Padovani “di condanna per l’iniziativa “White Christmas”, realizzata lo scorso anno in un comune bresciano”.  

Condividi ora!