Piano per l’edilizia: corsia preferenziale per le imprese venete

di admin
Patto tra Regione del Veneto e Verona per il federalismo nei lavori pubblici.

Lunedì, 18 ottobre, alle ore 11.00, nella Sala Rossa del Palazzo Scaligero il presidente della Provincia di Verona Giovanni Miozzi, l’assessore veneto ai Lavori pubblici Massimo Giorgetti e i delegati di Ance Verona, Collegio dei Geometri di Verona, Ordine degli Architetti  e Ordine degli Ingegneri sigleranno un patto per dare vita al federalismo nel campo dei lavori pubblici.
Ance Verona sarà rappresentata da Andrea Marani, il Collegio dei Geometri da Pietro Calzavara, l’Ordine degli Architetti da Arnaldo Toffali, l’Ordine degli Ingegneri da Ilaria Segala.
Il progetto riguarderà cantieri finanziati da risorse regionali, provinciali e dei singoli municipi. Si tratta di lavori pubblici con un costo massimo di 500 mila euro. Per affidare gli incarichi si andrà a trattativa diretta con una corsia preferenziale per le imprese venete. Una scelta voluta sia per sostenere il comparto dell’edilizia in forte crisi, sia per supportare le piccole e medie imprese che non hanno accesso alle grandi opere. Una volontà che garantirà di velocizzare l’allestimento dei cantieri e che, soprattutto, assicurerà una boccata di ossigeno per le imprese del territorio.
Nell’occasione sarà presentato anche il logo regionale ideato per il “piano piccole opere” a procedura semplificata.

Condividi ora!