Consiglio comunale. Approvato aggiornamento programma triennale opere pubbliche ed altre tre delibere e mozione Pd su cava Speziala

di admin
E’ stato approvato dal Consiglio comunale, con 31 voti favorevoli ed 1 astenuto, l’aggiornamento del programma triennale delle opere pubbliche. “La modifica al piano, con l’inserimento del progetto di restauro di alcuni spazi interni al Teatro Romano e all’annesso museo archeologico – spiega l’assessore all’Urbanistica Vito Giacino – è necessario per partecipare al bando, indetto…

L’intervento di restauro avrà un costo di circa 5 milioni di euro”. Approvato, con 27 voti favorevoli e 9 contrari, il bilancio consuntivo 2009 di Agec, che chiude con un utile netto di 11 mila 549 euro. “Da evidenziare – dichiara l’assessore al Bilancio Pierluigi Paloschi – un incremento del valore della produzione che passa dai 42 milioni 146 mila 602 euro del 2008 ai 51 milioni 30 mila 63 euro del 2009. La variazione positiva riflette un complessivo incremento dei ricavi, con una prevalenza dell’entrate nel settore cantieristico”. “La situazione di crisi economica attraversata dal nostro Paese – dichiara il consigliere PD Ivan Zerbato – ci impone una sempre maggior attenzione nei confronti dei cittadini più deboli ed in difficoltà, che non riescono ad avere una casa”. “Agec non può permettersi – spiega il capogruppo PD Stefania Sartori – di continua a perdere la sua vocazione originaria, che è sempre stata quella di destinare case a costi agevolati ai soggetti più deboli della nostra società”. “Agec va ridisegnata attraverso un nuovo statuto e un nuovo contratto di servizio  – dichiara il capogruppo di Verona civica Edoardo Tisato – da azienda di gestione delle case comunali deve diventare un’azienda generale di servizi alla persona”. Accolta dall’assessore Paloschi l’ordine del giorno del consigliere della Lista Tosi Alberto Zelger. Con 35 voti favorevoli, è stato approvato all’unanimità il progetto definitivo, con relativo piano di esproprio, della strada di confine fra i comuni di Verona e Villafranca denominata “strada del Chiodo”. “Al fine di decongestionare da un intenso traffico il centro abitato di Dossobuono – spiega  l’assessore alle Strade Luigi Pisa – il Comune di Verona  accoglie la richiesta avanzata dal Comune di Villafranca, per la realizzazione di interventi diversi di messa in sicurezza della strada di confine”. E’ stata approvata all’unanimità, con 34 voti favorevoli, la variante n. 303 relativa alla realizzazione del nuovo rifugio del cane in località Binelunghe. Approvata infine all’unanimità, con 31 voti favorevoli, la mozione sulla cava Speziala del consigliere PD Carla Padovani che impegna il Sindaco e la Giunta “ad impedire che la ex cava di San Massimo possa divenire discarica di qualsiasi tipo e per qualsiasi tipologia di materiali”. Il Consiglio comunale si è aperto con un minuto di silenzio, per commemorare i quattro alpini della Brigata Julia, Sebastiano Viller, Francesco Vannozzi, Marco Pedone e Gianmarco Manca, vittime del recente attentato in Afghanistan.  

Condividi ora!