Caro-libri: in arrivo almeno duecentomila euro di contributi per i testi scolastici dalla Cassa Edile

di admin
Sono riservati al migliaio di figli dei dipendenti delle imprese iscritte.

Caro-libri, sono in arrivo almeno duencentomila euro di contributi per l’acquisto dei testi scolastici della Cassa Edile di Verona per gli studenti dalle scuole medie inferiori all’università, oltre 200mila quelli erogati lo scorso anno. Da 160 euro fino a 400 euro per figlio, è l’importo dell’assegno per il diritto allo studio che l’ente di previdenza delle imprese di costruzioni eroga ai figli dei dipendenti delle imprese iscritte, con almeno trenta giorni di anzianità.
“Uno scoglio importante al diritto allo studio – spiega il Presidente della Cassa Edile, Renzo Begalli – è il costo dei libri scolastici che,nel passaggio delle scuole primarie alle medie inferiori lievita in modo davvero poco sostenibile per la famiglia di un operaio, a maggior ragione se mono-reddito come spesso capita nel settore”.
Mensilmente gli operai che godono dell’assistenza e dei contributi della Cassa Edile di Verona sono circa 7850, dipendenti di 1800 imprese con un monte di 1milione di ore. Si stima che siano circa un migliaio, i ragazzi aventi diritto ai contributi. Nello scorso anno scolastico sono stati 1030 i ragazzi ad aver ricevuto i contributi e 220mila gli euro erogati.
Un aiuto concreto, soprattutto in tempi di crisi come questo, dato che secondo un’indagine Adiconsum, riferita al 2009, il costo dei libri di testo delle sole medie superiori varia dai 283 del primo anno ai 193 del quinto anno. Anche per le medie inferiori non si scherza, l’esborso principale è per il primo anno, quando si superano tranquillamente i 250 euro solo per i libri di testo, senza considerare la cartoleria.
“Al contributo hanno diritto tutti i figli dei dipendenti che abbiano un”anzianità di almeno trenta giorni in cantiere per poter chiedere l’aiuto, che lo ricordiamo è riservato anche ai lavoratori che studiano” – aggiunge Mario Ortombina, vicepresidente di Cassa Edile Verona, in rappresentanza delle organizzazioni sindacali.
Un aiuto concreto che va a coprire circa il 50 % delle spese per i libri nel caso delle medie inferiori, attestandosi sui 160 euro per figlio o lavoratore studente. Una percentuale che sale dato che per i figli o lavoratori studenti che frequentano le scuole superiori sono previsti contributi dai 170 ai 300 euro. Si tratta di assegni commisurati al rendimento, chi supera la media dei 7/10 è premiato con 300 euro, coloro che non superano la media del 7, ricevono, invece 170 euro.
Un contributo è previsto anche per gli studenti universitari e i dottorandi: 300 euro per la laurea breve, 400 per il dottorato.
Le domande possono essere presentate da tutti i figli di dipendenti di imprese di costruzione iscritte alla cassa edile o studenti lavoratori in imprese iscritte alla Cassa, con almeno 600 ore di anzianità. I moduli per la richiesta, con tutte le informazioni e documentazioni da presentare si possono scaricare sul sitowww.ceverona.it. Dopodiché vanno consegnati nella sede della Cassa Edile, in via Pallone o negli uffici dei sindacati di categoria.

Condividi ora!