Aperti altri due nuovi Sportelli per il Lavoro

di admin
Una rete di servizi sul territorio per affrontare la crisi occupazionale.

Stamattina, nella sala Rossa del Palazzo Scaligero, l’assessore alle Politiche per il lavoro Fausto Sachetto ha comunicato l’apertura di due nuovi Sportelli territoriali per il Lavoro attivati dai Comuni di Valeggio sul Mincio e Peschiera del Garda.
Erano presenti: l’assessore alle Politiche sociali del Comune di Valeggio, Marco Dal Forno;  il vicesindaco di Peschiera del Garda, Maria Orietta Gaiulli; il presidente della Conferenza dei Sindaci dell’ULSS n.22, Umberto Chincarini; il presidente di “Lavoro & Società” Orazio Zenorini.
I due nuovi Sportelli, aperti in convenzione con la Provincia di Verona e gestiti dall’Agenzia Sociale per il Lavoro “Lavoro & Società” S.c.a.r.l., si integreranno con quelli già attivi sul territorio nei comuni di Bussolengo, Villafranca e Legnago. Lo sportello di Peschiera è già attivo dallo scorso 29 settembre.
Con questa rete di Sportelli si fa un importante passo in avanti verso un servizio di supporto ai cittadini che possono così trovare vicino a casa risposte competenti e rapide sia per la ricerca di occupazione, sia per il reinserimento nel mondo lavorativo. Le imprese, inoltre, possono disporre gratuitamente di un importante canale di diffusione delle loro necessità, possono ricevere una prima selezione dei candidati rispondenti ai profili richiesti, possono ottenere informazioni generali sulla normativa più recente. Così la Provincia di Verona in collaborazione con “Lavoro & Società” si propone di coniugare le politiche attive e passive del lavoro con i bisogni e le risorse dei Comuni e degli utenti.
Assessore Sachetto: “Presentiamo oggi l’apertura di nuovi sportelli del lavoro a Peschiera del Garda e Valeggio sul Mincio, che vanno ad integrare i tre già presenti sul territorio veronese dal 2009. La realizzazione delle strutture è stata possibile grazie alla collaborazione con i Comuni  per offrire risposte concrete ai bisogni dei cittadini. In questo momento particolarmente difficile sul fronte dell’occupazione, il contributo che le amministrazioni locali e le istituzioni possono offrire nell’agevolare l’incontro tra il lavoratore e le imprese, si rivela di primaria importanza. Ecco perché iniziative di questo genere verranno sempre incentivate dall’amministrazione provinciale, nell’auspicio che il mettere insieme le nostre forze possa dare risultati effettivi a favore dei cittadini”.
Zenorini/Lavoro&Società: “I nostri sportelli offrono al cittadino un sostegno concreto nelle ricerca del lavoro: incrociare domanda e offerta tra lavoratori e aziende, compilazione dei curricula, simulazione dei colloqui di lavoro. I dati raccolti in un anno di attività negli altri tre sportelli sono significativi sull’efficacia del servizio offerto. A Bussolengo ci sono stati 721 iscritti di cui il 49% italiani e il 51% extracomunitari, a Legnago 287 con una forte maggioranza di donne disoccupate. Praticamente il 70% riguarda professionalità medio basse con bassa scolarità, mentre si nota l’aumento della disoccupazione giovanile”.
Chincarini/Conferenza dei Sindaci: “Parlo a nome dei 37 sindaci della 22 e delle difficoltà riscontrate in questi periodi per le tante persone che stanno perdendo il lavoro. Di fronte alle difficoltà economiche e occupazionali è importante che enti e amministrazioni locali mettano in campo le proprie risorse. Trovo che il servizio degli sportelli del lavoro sia un ottimo strumento operativo per prevenire disagi maggiori. Non è raro infatti che chi perde il lavoro cada in crisi depressive che poi hanno anche una ricaduta sui costi del servizio sanitario”.
Assessore Dal Forno/Valeggio: “La questione del lavoro è centrale per le dinamiche sociali, pre questo ci siamo attivati per dare risposte ai cittadini e agevolare l’incontro fra la domanda e la richiesta di occupazione”.

Condividi ora!