La saggezza degli Indiani d’America

di admin
Insegnamenti, massime e discorsi a cura di kent Nerburn dall'8 luglio in libreria.

«Quale bambino non vorrebbe essere un indiano per un po’,
quando pensa alla vita più libera al mondo?»
Charles Alexander Eastman (Ohiyesa)
Sioux Santee
Gli insegnamenti, le massime e i discorsi dei grandi capi e delle figure più autorevoli fra i nativi americani permettono al lettore di cogliere la profondità e la purezza della loro filosofia, di apprezzare il modo in cui affrontavano i piccoli e grandi problemi dell’esistenza (il cibo, la caccia, la religione, il rapporto con la natura, la guerra, la morte), e di conoscere le vicissitudini che li hanno portati prima ad accogliere e poi a combattere l’uomo bianco, il quale li ha privati della terra e relegati nelle riserve.
Le parole dei nativi possiedono una saggezza, un’intensità e un’energia ancora capaci di sorprenderci, rasserenarci, rinvigorirci. Come afferma Kent Nerburn, esse sembrano assumere una «vita propria, nella quale i ritmi e le cadenze creano una profusione di immagini e armonie, finché non avvertiamo il battito del cuore dell’autore e non percepiamo la linfa vitale dell’esperienza che contengono».
«Tutte le cose sono legate. Ciò che accade alla terra, accade ai figli della terra.»
Capo Seattle
«Siamo tutti poveri perché siamo tutti onesti.»
Cane Rosso
Kent Nerburn è universalmente riconosciuto come uno dei maggiori conoscitori e divulgatori della cultura dei nativi americani. Per diversi anni ha lavorato con gli Ojibwe del Minnesota settentrionale per aiutarli a raccogliere le memorie dei membri più anziani delle loro tribù.

Condividi ora!