Cultura e biodiversità dei delta fluviali: inizia Terre d’Acqua

di admin
A Rovigo dal 28 al 30 maggio attività, conferenze e dibattiti per scoprire il legame tra terra e acqua.

Apre oggi la prima edizione di Terre d’Acqua l’appuntamento dedicato alla salvaguardia degli ecosistemi di delta, stagni e lagune organizzato da Slow Food Italia e Regione del Veneto.
La manifestazione, a RovigoFiere fino a domenica 30 maggio, avrà come tema centrale la biodiversità dei delta fluviali, raccontato attraverso un programma ricco di incontri, esposizioni, dibattiti, attività didattiche e degustazioni gastronomiche che ripercorrono storia, cultura, sapori e tradizione di questi affascinanti ambienti.
Alle 17.00 prendono il via i lavori con il primo convegno dal titolo Settantapercento: riflessioni e visioni sull’elemento cardine della vita sul pianeta; quanta, quale, e di chi sarà l’acqua del futuro.
L’incontro è un momento di riflessione per parlare d’acqua da diversi punti di vista, analizzarne lo stato di salute e prospettive di recupero, per poi ragionare sulle problematiche che riguardano le risorse idriche mondiali. All’incontro, aperto al pubblico, è anche possibile firmare per i referendum che chiedono l’abolizione delle norme che privatizzano l’acqua.
Alla conferenza, moderata da Santo Della Volpe, giornalista e inviato Rai del TG3, partecipa un pool di esperti e ricercatori:
-Michele Ercolini, ricercatore in Progettazione paesistica Università di Firenze,
-Silvio Greco, responsabile ambiente Slow Food Italia
-Domenico Filippone, Presidente Centro Studi Ambientali di Torino
-Laura Ciacci, Responsabile Cooperazione internazionale WWF Italia
-Francesco Avesani, portavoce Acqua Bene Comune Verona, Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua.
Sabato 29 maggio apre l’area espositiva: del nastro con Marialuisa Coppola assessore allo Sviluppo Economico alla Regione Veneto e Roberto Burdese, presidente di Slow Food Italia, cui seguono i numerosi appuntamenti con esperti del settore, educatori e studiosi per un immersione nel mondo delle Terre d’Acqua. Attività e incontri sono descritti nel dettaglio nel programma raggiungibile dalla home page del sito slowfood.it. Tra i tanti segnaliamo l’appuntamento sabato con Davide Scabin, chef del ristorante Combal.Zero di Rivoli Torinese, guida del Percorso del Gusto Interpretando il Polesine. E poi ancora, Manuel Masià Marsà, presidente dell’associazione Delta Med, racconta l’attività della sua organizzazione che riunisce i rappresentanti dei delta e delle zone umide litoranee del Mediterraneo con l’obiettivo di scambiare e produrre conoscenza sulle problematiche del territorio, dell’ambiente e dell’agricoltura sostenibile, mentre domenica Carlo Petrini dialogherà con gli espositori.

Condividi ora!