Giunta approva regolamento per la tutela degli animali

di admin
Su proposta dell’assessore all’Ambiente Federico Sboarina la Giunta comunale ha approvato oggi il regolamento per la tutela degli animali.

Il documento, il primo per la città di Verona, ha come scopo principale l’equilibrio tra la garanzia della salute pubblica e la tutela e il benessere degli animali, con l’intento di perseguire la corretta convivenza tra istituzioni, cittadini e animali d’affezione, riconoscendo a questi ultimi il diritto a un’esistenza compatibile con le proprie caratteristiche biologiche ed etologiche. “Si tratta – spiega Sboarina – di un regolamento che non si limita a recepire le ultime linee guida regionali in materia di animali d’affezione, ma che, grazie ad un lungo lavoro di confronto con tutti gli Enti interessati (Ulss, Provincia, Regione), con le associazioni Animaliste ed Ambientali, con gli ordini e le associazioni di categoria, affronta in maniera approfondita la quasi totalità delle tematiche relative agli animali d’affezione nella nostra città”. Molte parti del regolamento sono frutto delle esperienze locali in materia di animali, con riferimento della normativa nazionale e regionale, per questo motivo il documento si adatta perfettamente alle esigenze e alle caratteristiche di Verona (come il caso delle colonie feline, del problema dei piccioni, dei corretti comportamenti di chi possiede un cane, della tutela dei nidi di specie protette etc.). “Un regolamento – aggiunge Sboarina – che mira ad assicurare il benessere degli animali e la cura della loro salute, anche in funzione dell’igiene e sanità pubblica e ambientale e che vuole allontanare definitivamente comportamenti riprovevoli, come maltrattamenti fisici e psicologici, sfruttamento, poco rispetto della natura animale e del contesto in cui gli animali vengono tenuti, sottolineando il ruolo fondamentale che l’informazione e la formazione del cittadino rivestono nel raggiungimento di questo obiettivo”. “Chiunque detenga un animale, o abbia accettato di occuparsene – conclude l’assessore – è responsabile della sua salute e del suo benessere e deve essere in grado di reperire tutte le informazioni necessarie per migliorare sempre più questa convivenza”. L’indice del regolamento riguarda: valori etici e culturali; competenze del Sindaco; definizioni e ambito di applicazione, detenzione, trasporto, addestramento e maltrattamento di animali; cattura, detenzione e commercio di fauna selvatica; animali sinantropi; avvelenamenti e trappole; esposizione e commercializzazione di animali; mostre, fiere, esposizioni e circhi; smaltimento di spoglie di animali e cimiteri per animali d’affezione; pet-therapy; cani e strutture di ricovero; gatti e colonie feline; volatili d’affezione o da compagnia; api e insetti impollinatori; animali d’affezione e compagnia detenuti in terrari; pesci e animali acquatici; altre specie animali utilizzate a scopo d’affezione e a scopo di compagnia; animali da reddito in allevamento a carattere familiare.

Condividi ora!