Premiazioni del concorso per i giovani “Sotto lo stesso cielo”

di admin
La Fondazione Barbieri contro ogni forma di discriminazione.

Stamattina, nella Loggia di Fra’ Giocondo, il presidente Giovanni Miozzi e l’assessore ai Servizi sociali Fausto Sachetto hanno partecipato alla premiazione finale della seconda edizione del concorso “Sotto lo stesso cielo”, indetto dalla Fondazione Barbieri.
 
Erano presenti Giovanni Pontara e Annalisa Tiberio, rispettivamente dirigente e responsabile delle Iniziative educative dell’Ufficio scolastico provinciale; Armando Gallina, presidente della Fondazione Barbieri; don Luigi Merola, esperto del Miur per la legalità.
Il concorso, riservato agli alunni di tutte le scuole di Verona e provincia, oltre a sviluppare nei giovani i valori fondamentali per diventare cittadini responsabili e protagonisti del proprio e altrui futuro, intende favorire la conoscenza della Fondazione Barbieri anche tra le nuove generazioni.
La finalità è di sensibilizzare i giovani al rispetto della vita, all’uguaglianza relazionale nei confronti dei diversamente abili e alla solidarietà. L’iniziativa intende inoltre valorizzare e promuovere incontri di sensibilizzazione e di incontro con la Fondazione come parte integrante del percorso educativo e formativo.
La Fondazione, costituita nel 1990 dalla Provincia per dare esecuzione alle volontà testamentarie di Maria Barbieri, opera in modo attivo nel campo dell’assistenza alle persone disabili, in particolare affette da paralisi celebrale infantile (spastici), o in seguito a traumi da incidenti. L’ente ha sede presso la Provincia di Verona, è riconosciuto dalla Regione ed è classificato come onlus. L’assistenza ai disabili viene effettuata attraverso sei strutture immobiliari dislocate nel territorio provinciale.
La Commissione giudicatrice ha decretato i seguenti vincitori:
per la sezione grafico-pittorica, la scuola per l’infanzia “Arcobaleno” di Oppeano, la scuola primaria “Anna Frank” di Povegliano e la scuola per l’infanzia “Massalongo” di Verona;
per la sezione letteraria, il liceo “Cotta” di Legnago e la scuola media statale di San Giovanni Lupatoto.
per la sezione video-fotografica, la scuola paritaria dell’infanzia “Ruffini” di Mozzecane, la scuola primaria “A, Maculan” Pradelle di Nogarole Rocca, la scuola primaria “A. Provolo” di Verona.

Presidente Miozzi: “Questo concorso è importante per diffondere tra i ragazzi valori fondamentali come la solidarietà e il rispetto. La Fondazione Barbieri, organizzando queste iniziative, fa davvero un ottimo lavoro per il sociale. Oggi ho incontrato molti bambini e ho potuto ammirare la bellezza delle loro opere, ricche di significato. Talvolta  noi adulti possiamo imparare qualche significativa lezione di vita da loro, dobbiamo solo prestare attenzione alla loro voce”.
Assessore Sachetto: “La Fondazione Barbieri ha voluto far conoscere ai ragazzi delle scuole della provincia il problema della difficoltosa assistenza ai bambini affetti da gravi disabilità. Gli studenti hanno risposto positivamente all’iniziativa del concorso, realizzando opere veramente eccezionali dal punto di vista artistico, dimostrando anche grande sensibilità”.

Condividi ora!