Presentata la 6^ edizione del “SanGio…co”

di admin
Il Festival del gioco intelligente a San Giovanni Lupatoto.

Stamattina, al Palazzo Scaligero, l’assessore alla Cultura e Identità Veneta Marco Ambrosini ha presentato la VI edizione del “SanGio…co”, il Festival del Gioco intelligente, organizzato dal Comune di San Giovanni Lupatoto in collaborazione con l’associazione Ridoridò e l’associazione Le Rune del Lupo, patrocinato dall’Assessorato alla Cultura e Identità Veneta della Provincia di Verona.
Erano presenti l’assessore alla Cultura del Comune di San Giovanni Lupatoto Gino Fiocco, il presidente dell’associazione Le Rune del Lupo Michele Albiero, la coordinatrice dell’evento per l’associazione Ridoridò Nicoletta Benfatti.
Il Festival del gioco intelligente si svolgerà a San Giovanni Lupatoto nei prossimi due week-end, quello del 22 e 23 maggio e quello del 28, 29 e 30 maggio con numerose attività dedicate al gioco come mezzo d’espressione e dell’aggregazione.
Tra le novità della nuova edizione la più importante sarà il “Festival dei Giochi e Giocattoli della Tradizione Veneta”, che si svolgerà il 29 e 30 maggio a Casa Novarini, iniziando dal convegno “Io gioco, e tu?” e proseguendo con attività ludiche e ricreative per bambini, che saranno presentate e premiate nel corso del week-end.
L’obiettivo dell’iniziativa è riscoprire i giochi non tecnologici e riassaporare quelli più antichi attraverso dimostrazioni e partite libere di giochi in scatola e di ruolo.
Il gioco riesce a rivolgersi sia alle future generazioni che creare un momento di aggregazione tra le diverse fasce di età, attraverso i giochi della tradizione veneta infatti, grandi e piccolli riscopriranno la gioia di giocare insieme.
Per i ragazzi più grandi saranno organizzati numerosi tornei “giocosi”: dal Subbuteo al Risiko, dal Calcio Balilla a quello di carte “Magic”. Sarà inoltre possibile partecipare ad “aperitivo con delitto”, un aperitivo in cui i partecipanti dovranno cimentarsi nell’investigazione del colpevole di un simulato omicidio.
Non da meno le attività dedicate ai più piccoli, con esposizioni di giocattoli e dimostrazioni dei vari giochi, da quelli con le Lego (Lego Games) ai laboratori creativi manuali e giochi in legno del “Ludobus Ridoridò”.
Sabato 29 e domenica 30 vi sarà l’esposizione e la premiazione degli elaborati del concorso “Giochi e Giocattoli della Tradizione Veneta” a cui hanno aderito e partecipato gli alunni delle scuole primarie di San Giovanni Lupatoto. 
Il convegno della mattina del 29 maggio “Io gioco, e tu?” è invece rivolto al mondo dei “grandi”: sindaci, assessori, educatori, animatori e genitori invitati ad ascoltare le esperienze di realtà locali e nazionali che operano nel mondo dell’infanzia e raccontano le proprie esperienze mostrando buone prassi educative e ludiche a favore dell’infanzia e dell’adolescenza.
Gino Fiocco: “E’ con orgoglio della nostra amministrazione comunale che il festival del “SanGio…co” giunge quest’anno alla sesta edizione. Il nostro impegno è quello di investire sui cittadini coinvolgendoli nella partecipazione ai vari eventi e facendoli divenire animatori della comunità. Questa manifestazione, in particolare, si arricchisce di anno in anno di gruppi e   iniziative che riteniamo importanti per  la crescita e la formazione delle persone. In particolare ci è sembrato importante riscoprire il valore di giochi e saperi antichi e proporlo a giovani e meno giovani,  recuperando così  le nostre tradizioni e un modo di stare insieme diverso e intelligente. Quest’anno grazie al concorso “Giochi e Giocattoli della Tradizione Veneta”, il gioco diventerà anche momento d’integrazione tra  le diverse generazioni. “
Marco Ambrosini: “Il gioco è la prima modalità d’espressione con cui comunicano i bambini, attraverso esso imparano a conoscere il mondo e prendere confidenza con le persone che li circondano. Per questo credo nella bontà del Festival, ormai consolidato, che quest’anno presenta anche una nuova iniziativa, il “Festival dei Giochi e dei Giocattoli della tradizione veneta”. Un progetto attento e significativo, che inserendosi all’interno delle attività già presenti arricchisce l’offerta e l’utilità della manifestazione”.

Condividi ora!