Presentato cartellone “Verona jazz”

di admin
E’ stato presentato questa mattina il programma del festival musicale “Verona Jazz”, che si svolgerà a Verona il 22 maggio, 30 giugno, 1 e 2 luglio, nell’ambito dell’Estate Teatrale veronese.

Il cartellone è stato illustrato dall’assessore alla Cultura Erminia Perbellini, dal direttore artistico di Estate Teatrale Gian Paolo Savorelli, dal consulente artistico di Verona Jazz Nicola Tessitore, dal responsabile di Eventi Ivano Massignan e da Federico Cara responsabile comunicazione per Volkswagen. Il festival si aprirà sabato 22 maggio alle 21 con il concerto in Arena dell’artista canadese Michael Bublé; proseguirà mercoledì 30 giugno alle 21 al teatro Romano con il trio formato da Steve Swallow al basso elettrico, Ohad Talmor al sax tenore e Adam Nussbaum alla batteria seguito dall’esibizione del Charles Lloyd New Quartet; giovedì 1 luglio alle 18.30 sarà la volta dell’esibizione gratuita in cortile Mercato Vecchio della contrabbassista cinese Linda Oh; la stessa sera al Teatro Romano alle 21 si esibirà invece il duo formato da Chick Corea e Stefano Bollani; venerdì 2 luglio al Teatro Romano, a partire dalle 21, si esibirà il gruppo “Cristina Zavalloni Idea” seguito dal Bill Frisell Trio. “Anche quest’anno – ha commentato Perbellini – la sezione dell’Estate Teatrale dedicata alla musica jazz sarà particolarmente stimolante e saprà avvicinare anche il pubblico più giovane. A tale scopo sono state inserite nel programma diverse tipologie di artisti, dalle stelle del jazz-pop come il crooner Michael Bublé, fino ai giovani emergenti come la contrabbassista Linda Oh, che si esibirà in un concerto gratuito, proprio per dare la possibilità al pubblico dei conoscere anche i musicisti meno noti ”. “A 40 anni dalla sua nascita – ha aggiunto Savorelli – il festival mantiene la sua caratteristica principale, risultata vincente negli anni perché in grado di far avvicinare un pubblico eterogeneo, ovvero quella di unire interpreti jazz con differenti caratteristiche, appartenenti a diverse generazioni e con svariate influenze”.

Condividi ora!