“Risultato in controtendenza per il Gruppo Fedrigoni: utile a + 37,5% nel Bilancio consolidato”

di admin
Se il 2008 è stato l’anno della crisi, il 2009 è stato giustamente archiviato come annus horribilis per tutta l’economia.

In particolare, per il settore cartario italiano che ha registrato cali di produzione e fatturato a due cifre e un forte deterioramento della competitività dovuto ai maggiori costi energetici rispetto ai concorrenti UE. In questo anno particolarmente difficile, alcune aziende sono riuscite a contrastare efficacemente l’andamento negativo del mercato e dell’economia. In particolare, il Gruppo Fedrigoni di Verona, leader mondiale nel mercato delle carte speciali, ha registrato in tutti i settori di attività risultati positivi.
A fronte di un fatturato stabile sui valori del 2008 e pur con una crescita degli investimenti di oltre il 30%, l’utile netto è cresciuto a 50 milioni di euro e l’Ebitda a quasi 120 milioni.
I primi mesi del 2010 hanno fatto registrare un buon andamento della domanda, in particolare di carte speciali, che ha consentito di far fronte all’aumento dei costi energetici e delle materie prime, cosicché tutte le società del Gruppo stanno confermando e, in alcuni casi migliorando, i propri risultati.
Per spiegare l’andamento positivo del Gruppo veronese, hanno un ruolo decisivo gli importanti investimenti effettuati nel corso dell’ultimo triennio nella diversificazione produttiva. Tra gli investimenti più significativi, nel settore della sicurezza e anticontraffazione l’imminente inaugurazione del nuovo stabilimento di Fabriano Securities, nell’ambito delle carte e materiali autoadesivi il nuovo stabilimento di Manter in Spagna e di Arconvert in Brasile e  il potenziamento produttivo ad  Arconvert di Arco di Trento.
Merito dei risultati realizzati nel 2009 va dato anche agli investimenti in campo energetico,  allo sviluppo di nuovi prodotti e all’apertura di nuovi mercati con il potenziamento della rete distributiva (nuove filiali in Germania e Francia  e il centro logistico di Hong Kong).  Completano i punti di forza del Gruppo  la tradizionale grande attenzione alla qualità e il massimo impegno di tutti i collaboratori al servizio del cliente.
Principali dati del bilancio consolidato del Gruppo Fedrigoni
Fatturato totale: 653 milioni di euro ( 664 nel 2008, – 1,8% )
Fatturato all’estero: 328 milioni di euro, pari al 50,2% ( 49,4% nel 2008 )
Utile netto del Gruppo: 49,9 milioni di euro ( 36,3 nel 2008, + 37,5% )
Ebitda: 118,3 milioni di euro ( 93,0 nel 2008, + 27,2% )
 “Cash flow”: 78,8 milioni di euro ( 64,2 nel 2008, + 22,7% )
Investimenti: 41,4 milioni di euro ( 31,0 nel 2008 )
Personale: 2’002 addetti ( 1’954 nel 2009 ).

Condividi ora!