Protocollo d’intesa tra Agenzia Entrate e Confindustria Veneto

di admin
Per favorire equa risoluzione cause pendenti sui rimborsi Iva autovetture aziendali.

Il direttore regionale del Veneto dell’Agenzia delle Entrate, Ildebrando Pizzato, ed il presidente di Confindustria Veneto, Andrea Tomat, hanno sottoscritto un protocollo d’intesa per favorire la definizione conciliativa delle controversie tuttora pendenti in ordine ai dinieghi delle istanze di rimborso dell’Iva versata sugli acquisti relativi ad autoveicoli aziendali.
Un sentenza della Corte di Giustizia della Comunità Europea del 2006 ha accolto la tesi di 400 aziende aderenti a Confindustria Veneto in merito a dei rimborsi maturati nel 2002. Una parte dei contribuenti ha concluso i contenziosi innanzi ai giudici tributari ed ha ricevuto i rimborsi spettanti.
Con il protocollo sottoscritto Agenzia delle Entrate e Confindustria del Veneto si prefiggono l’obiettivo di promuovere la definizione, in via transattiva, dei contenziosi residui. L’intesa prevede che l’Agenzia delle Entrate riconosca, alle imprese che rinunceranno alla prosecuzione del contenzioso, il 40% dell’Iva relativa al secondo trimestre del 2002 e che Confindustria Veneto promuova l’accordo presso le proprie aziende associate.
“Questo accordo è frutto di quel clima di positiva collaborazione avviato anni fa con la direzione regionale delle Entrate – commenta il presidente Tomat – grazie al quale si è operato per semplificare il rapporto tra l’Amministrazione finanziaria ed i contribuenti ed agevolare gli adempimenti fiscali riducendo il ricorso al contenzioso”.  Il direttore Pizzato a sua volta sottolinea come “prosegua l’efficace collaborazione con le associazioni di categoria più sensibili ed attente per individuare le migliori soluzioni in vari delicati settori come la gestione degli studi di settore, degli interpelli e la corretta conoscenza delle regole e procedure fiscali”.

Condividi ora!