Il Presidente Miozzi invia una lettera al ministro dell’Istruzione Gelmini

di admin
Verona, 12 marzo 2010.

Gent.ma Onorevole
Avv. Mariastella Gelmini
Ministro dell’Istruzione, dell’Università
e della Ricerca
Palazzo Chigi – Palazzo Colonna, 370
00187 – Roma
Gentile Ministro Gelmini,
Vengo a sapere solo questa mattina, e purtroppo in via del tutto ufficiosa, che Lei sarà a Verona per una visita alla nostra città. 
Sarebbe stato un piacere incontrarLa per discutere la situazione dei licei musicale e coreutico veronesi insieme all’assessore provinciale che ha la delega all’Istruzione, Marco Luciani. 
Avrei voluto soprattutto avere dei chiarimenti sulla riorganizzazione dei licei musicali veneti. Il timore – mi auguro ovviamente si tratti solo di voci del tutto infondate – è che in Veneto vengano attivati solo due licei musicali, e cioè uno a Vicenza e uno a Castelfranco, e nessun liceo coreutico. Se così fosse, sarebbe per la nostra città una situazione gravissima.  La tradizione musicale di Verona non può non essere riconosciuta in campo nazionale.
So che l’assessore regionale all’Istruzione, Elena Donazzan, che con Lei ha condiviso la riforma della scuola, Le ha già espresso ufficialmente la preoccupazione di non vedere riconosciuta la diffusa cultura musicale del Veneto. Condivido la posizione dell’assessore Donazzan e Le confermo la richiesta di costruire un progetto educativo musicale e coreutico di eccellenza che comprenda anche Verona.
Attendo da Lei un riscontro sulla volontà di inserire le due scuole veronesi nella riorganizzazione dei licei musicali e coreutico, facendoLe presente che il cartello artistico di grande prestigio dell’Arena conferma il ruolo leader che Verona ha in Italia e nel mondo. 
 
Infine, mi auguro che quanto prima Lei possa tornare in città a discutere delle problematiche della scuola, incontrando magari docenti e studenti.   
 
Cordialmente 
 
Giovanni Miozzi

Condividi ora!