Opportunità di lavoro, nel 2023 il Veneto ne ha sfornate 44 mila

di admin
Secondo l'Osservatorio InfoJobs, la nostra regione è la terza in Italia per numero di offerte. In grande crescita lo scorso anno anche la richiesta di farmacisti (+19,2% rispetto al 2022)
Nel panorama lavorativo italiano, il Veneto si distingue per essere la terza regione per numero di offerte di lavoro, secondo l’ultimo report dell’Osservatorio InfoJobs sul Mercato del Lavoro 2023. Con oltre 44.000 posizioni lavorative messe a disposizione dalle aziende nel corso dell’anno, il Veneto conferma la sua vitalità economica e la sua capacità di generare opportunità.
Treviso si è imposta come la provincia leader nella regione, attirando il 21,5% del totale delle offerte di lavoro, seguita da Vicenza e Padova, che insieme a Treviso costituiscono il podio delle province con oltre il 60% delle offerte di lavoro venete. Verona non è da meno, con una percentuale che sfiora il 19,1% del totale regionale, a testimoniare la dinamicità del mercato del lavoro veronese.
Nel dettaglio delle professioni più richieste, il settore degli Operai, della Produzione e della Qualità si conferma il più attivo, rappresentando il 36,9% delle richieste totali in regione. A seguire, le categorie di Acquisti, Logistica, Magazzino, e Amministrazione, Contabilità, Segreteria mostrano un’importante presenza sul mercato del lavoro, sottolineando la diversità delle competenze richieste dalle imprese venete.
Tra le figure professionali più cercate emergono il Magazziniere, l’Addetto Vendite, l’Operaio di produzione, l’Agente di commercio e lo Specialista di Back Office, delineando un quadro lavorativo eterogeneo che spazia dall’operatività pura a ruoli più specifici e qualificati. È interessante notare come anche il settore Farmaceutico abbia registrato un significativo aumento delle offerte di lavoro, con un +19,2% rispetto all’anno precedente, segnale di un’industria in crescita e di un mercato del lavoro in continua evoluzione.

Condividi ora!