Fieragricola, presentata a Roma la 116^ edizione

di admin
Questa mattina svelati i dettagli della fiera 2024 che dal 31 gennaio al 3 febbraio trasformerà Verona in capitale dell'agribusiness fra meccanizzazione, zootecnia e digitalizzazione.
La 116ª edizione di Fieragricola, la rassegna internazionale di agricoltura, è stata presentata oggi a Roma, anticipando un evento che promette di essere un punto di riferimento per il settore. In programma a Veronafiere dal 31 gennaio al 3 febbraio, Fieragricola 2024 si concentrerà su temi cruciali come la meccanica agricola, la zootecnia, le colture specializzate, le energie rinnovabili, la chimica verde, oltre alle tecnologie hi-tech per l’agricoltura sostenibile.
Con la presenza di figure di spicco come Federico Bricolo, presidente di Veronafiere, e il sottosegretario all’Agricoltura Patrizio Giacomo La Pietra, l’evento ha sottolineato l’importanza dell’innovazione e del progresso nel campo agricolo. Come ha evidenziato Bricolo, dal 1898 Fieragricola è sinonimo di ricerca e sviluppo, con l’obiettivo di migliorare la produttività e garantire la sicurezza alimentare.
L’edizione di quest’anno affronta sfide contemporanee come i cambiamenti climatici e il ricambio generazionale, temi che hanno visto una diminuzione significativa del numero di aziende agricole in Europa nell’ultimo decennio. L’evento si propone come un hub culturale e formativo, prima ancora che commerciale, evidenziando il ruolo fondamentale delle fiere nel promuovere il dialogo e l’innovazione.
Fieragricola 2024 si distingue per i suoi numeri impressionanti: 11 padiglioni, 820 espositori da Italia e 20 altri Paesi, e una superficie espositiva di 52.000 metri quadrati. L’evento ospiterà stand importanti come quelli del Ministero dell’Agricoltura e di Casa Veneto di Regione Veneto, rafforzando il legame tra imprese agricole, espositori e istituzioni.
Il sottosegretario La Pietra ha sottolineato l’impegno del governo nel mettere l’agricoltura al centro dell’agenda politica, con l’obiettivo di migliorare il dialogo tra le filiere e creare maggior valore aggiunto. La manifestazione diventa così una piattaforma per presentare un piano strategico nazionale per l’agricoltura.
Uno degli aspetti più interessanti di Fieragricola 2024 è la sua componente convegnistica, con oltre 140 convegni previsti. Il tema principale di quest’anno è "l’agricoltura nel clima che cambia", un argomento di grande attualità e importanza. Marino Berton, coordinatore scientifico dell’evento, ha messo in evidenza l’importanza di utilizzare innovazioni tecnologiche e di governance per aumentare la resilienza degli agroecosistemi ai cambiamenti climatici.
La zootecnia avrà un ruolo di primo piano con tre padiglioni dedicati, evidenziando l’importanza della tecnologia, come la robotica, e la valorizzazione dei reflui in ottica di circolarità dell’agricoltura.
Innovazione e digitalizzazione saranno al centro del "Fieragricola Tech", con focus su agricoltura digitale, sistemi di irrigazione smart, energie rinnovabili e biosolutions per la protezione del suolo.
Infine, l’evento sarà anche l’occasione per la consegna di prestigiosi premi in vari settori dell’agricoltura, confermando il ruolo di Fieragricola come un evento di riferimento per il settore agricolo.

Condividi ora!