Fondazione Comunità Veronese: la semplice importanza del dono

di admin
Giovanni Mantovani, presidente della Fondazione Comunità Veronese, ha presentato la sua realtà ai nostri microfoni e ricordato l'importanza della condivisione e del dono.

Giovanni Mantovani, presidente della Fondazione Comunità Veronese, ha presentato la sua realtà ai nostri microfoni e ricordato l’importanza della condivisione e del dono.
Qual è la genesi di questa bella realtà scaligera?
Questa fondazione nasce nel 2008 da un’intuizione di don Adriano Vincenzi, il quale la propose ad alcune istituzioni della realtà cittadina e provinciale. I soci fondatori sono in particolare la diocesi di Verona, il Banco Popolare e l’allora Cattolica Assicurazioni, oggi Gruppo Generali. Poi ci sono altre piccole ma significative realtà, come l’UCID, che raggruppa i dirigenti di tradizione cattolica, la Fondazione Segni Nuovi e la Fondazione Tubini. La nostra realtà è quindi un aggregato di fondatori che, di fronte alla sfida che lanciò don Adriano, accettarono di dare vita a questo progetto. Come funziona questa fondazione? Ci sono persone, ma anche aziende, che decidono di fare delle donazioni per sostenere dei progetti da loro ritenuti importanti.
Lo scorso 26 novembre si è chiusa la 13esima edizione del Festival della Dottrina Sociale, al quale è intervenuto anche lei. Ci può raccontare quest’esperienza?
Questo evento per noi è stata l’espressione di molte voci e credo che sia stato ben apprezzato da chi è intervenuto. Abbiamo voluto risottolineare un tema che oggi è di estrema attualità, ovvero la povertà. Nella nostra società vi sono più di sei milioni di persone sotto il cosiddetto livello della povertà. L’altro fenomeno che emerge su questo fronte è quello dei cosiddetti working poor, cioè di chi lavora e nonostante questo rimane comunque al di sotto della soglia di povertà.
La cultura del dono è dunque fondamentale: dobbiamo tornare sul piano relazionale…
Io credo che tutti abbiamo bisogno di parole, gesti e relazioni che ci facciano sperare che il futuro sia migliore. Si tratta di un messaggio che dobbiamo trasmettere soprattutto alle giovani generazioni. E credo che realtà come il dono, come la prossimità, come la vicinanza e come la relazione dentro a una comunità sia un indice di di speranza per tutti noi.

Leggi ora

In Evidenzia

Progetto Fuoco 2024: in fiera a Verona 45mila operatori

di Redazione | 02/03/2024
Progetto Fuoco 2024 - VeronaFiere - EnneviFoto

Donazzan a Bardolino per il convegno sulla scuola: «Temi delicati»

di Redazione | 02/03/2024
Tavola rotonda Snals-Confsal - assessore Donazzan

Turismo: Verona è una città che sa adattarsi alle tendenze

di Redazione | 01/03/2024

Destination Verona & Garda Foundation in partenza per Berlino

di Redazione | 01/03/2024

Turismo culturale, Veneto seconda regione d’Italia

di Redazione | 01/03/2024
Coda davanti al Cortile di Giulietta a Verona.

Energia: mercato stabile, ma più caro rispetto al pre-crisi

di Redazione | 29/02/2024
Contatori di energia elettrica in un palazzo (Foto archivio).

Geometri, è boom di pre-iscrizioni

di Redazione | 28/02/2024
Romano Turri e Nicola Turri del Collegio dei Geometri di Verona.

Le Piazze dei Sapori 2024, ecco le date: dal 9 al 12 maggio

di Redazione | 27/02/2024

Yeah, dieci anni nel segno dell’innovazione e dell’inclusione sociale

di Redazione | 27/02/2024
Cooperativa YEAH

Condividi ora!