Il GRUPPO VERONESI METTE A DISPOSIZIONE DELLA CAMPAGNA VACCINALE NAZIONALE I PROPRI SITI PRODUTTIVI

di admin
Quinto di Valpantena (VR), 19 marzo 2021 – Il Gruppo Veronesi, leader in Italia con i brand AIA, Negroni e Veronesi, aderisce con determinazione all’appello promosso da Governo e Confindustria per supportare la campagna vaccinale nazionale anti Covid-19 in ambito aziendale.

 
In attesa di apprendere a pieno tutte le misure e i protocolli specifici che saranno previsti al riguardo dalla gestione commissariale, il Gruppo Veronesi mette a disposizione delle Autorità gli spazi dei più importanti siti produttivi AIA e Negroni collocati nei principali territori in cui opera per agevolare la vaccinazione di tutti gli oltre 8.600 lavoratori del Gruppo che vorranno aderire alla campagna.

L’adesione all’iniziativa avviene con l’obiettivo di sostenere la più ampia copertura della popolazione del Paese nel minor tempo possibile, a beneficio della comunità e dei territori in cui l’azienda opera.

“Ovunque nel mondo sono in atto ingenti sforzi comuni per contrastare la diffusione della pandemia dichiara Luigi Fasoli, Amministratore Delegato del Gruppo Veronesi, che aggiunge – è quindi fondamentale fare sistema in un momento così difficile. Siamo fieri di offrire i nostri spazi al servizio del Paese e di unirci alle altre aziende italiane che hanno accolto con favore l’iniziativa. Solo rispondendo con grande coesione riusciremo a dare un contributo significativo a questa lotta e alla ripresa”.

Gruppo Veronesi

Il Gruppo Veronesi è il primo gruppo italiano con filiera completa e integrata che parte dalla produzione dei mangimi sino alla trasformazione e distribuzione delle carni e dei salumi della tradizione gastronomica italiana. Veronesi, AIA e Negroni sono i tre marchi di riferimento presenti sul mercato; con oltre 8.600 dipendenti distribuiti in 23 siti produttivi in Italia, il Gruppo Veronesi ha chiuso il 2019 con ricavi netti consolidati pari a 3,05 miliardi di euro, confermandosi tra le cinque principali realtà italiane del settore agroalimentare per fatturato. A questo risultato hanno contribuito le vendite sul mercato italiano e internazionale: nel 2019 l’export Made in Italy dell’azienda raggiunge oltre 70 Paesi e rappresenta il 16% del fatturato totale.

Condividi ora!