L‘internazionale Rivista tedesca “Weinwirtschaft” onora Cantina Valpolicella, Negrar, Verona.

di admin
La quale è al terzo posto, fra venticinque, per la “Migliore cooperazione vinicola italiana 2020”.

Lavorare bene e creare qualità sono due caratteristiche importanti, ma, credere e procedere in stretta collaborazione fra Amministrazione della Cantina e soci della stessa, significa costruire di più e meglio. Questo premia Weinwirtschaft, ponendo Cantina Valpolicella al terzo posto, fra 25 cantine, dopo Terre del Barolo (Piemonte) e Cantina Tollo (Abruzzo). "Se vuoi andare veloce, corri da solo, se vuoi andare lontano corri assieme a qualcuno, recita un proverbio africano e noi, dal 1933, corriamo insieme ai nostri soci, il cui lavoro viene premiato, anche da questo riconoscimento. Essere "molteplici" è sempre un’opportunità, perché possiamo lavorare, su un territorio esteso, coniugando i valori di tutela e di valorizzazione del paesaggio, a una visione imprenditoriale della cooperazione", dichiara, a commento della classifica, Daniele Accordini, enologo e dg di Cantina Valpolicella Negrar. I dati di Cantina Valpolicella: 230 soci, 700 ettari di vigneto, circa 9 milioni di bottiglie l’anno, fra Amarone, Ripasso, Recioto, Valpolicella Classico e di altre zone veronesi Doc. Weinwirtschaft, ossia, Economia del Vino, è la maggiore Rivista specializzata, in Germania, nel settore dell’acquisto e della vendita di vini. La leggono, quindi, gli operatori del commercio del vino e di alcoolici e relativi importatori, nonché gli interessati a prodotti alimentari. WEINWIRTSCHAFT è, dunque, considerata la più importante, completa e affidabile fonte, dedicata al commercio dei vini, essendo, in tal modo, il portavoce professionale del settore.
Pierantonio Braggio

Condividi ora!