Attivo, a Verona, il Gruppo “Corona giro”, ossia, “Giro dei Coronati”.

di admin
Sorto, spontaneamente, durante l’imperversare del virus, si è consolidato a cura di Fiorella Dal Negro, agrichef, Verona, e del viticoltore Agostino Fedrigo, Negrar, Verona.

Per la storia, piuttosto recente, in verità, il Gruppo “Corona giro” è sorto, nei primi del marzo 2020, come gioco, come modo di trascorrere un momento tranquillo, quando, confinati a casa, non solo si intensificavano le telefonate, ma, anche la ricerca di “cosa fare” e di “cosa dire”, per affrontare serenamente la forzata clausura e per evitare gli effetti negativi d’una possibile infezione. Durante una telefonata, due telefono-colloquianti pensarono bene di fare anche una cantata – telefonica – cosa che non solo creò migliore relazione, ma, pure, allegria e proposito di ripetere tale tipo, piuttosto originale, d’incontro, estendendo l’iniziativa alla trasmissione, sempre per cellulare, di foto e di riprese, in fatto di ricette, di realizzazioni del momento, di ricerca del bello e del culturalmente rilassante. Il tutto, battezzato, ripetiamo, per telefono, continua, molto positivamente, tuttora, essendo stati raggiunti i due primi attori, da altri interessati, e promette ulteriori sviluppi, anche se gli aderenti al gruppo, pur conoscendosi, con tanto di nome e cognome, non si sono mai incontrati, ma, solo per cellulare contattati. Ha dato il via al consolidamento del “Corona giro” l’attiva Fiorella Dal Negro, conduttrice dell’agriturismo “alle Torricelle” ed agrichef di Coldiretti, la quale è, oggi, apprezzata coordinatrice del ‘gruppo di canto’, che definiremo “telefonico”. Dal Negro – contatto: 348 66 23 195 –agriturismoalletorricelle@gmail.com – in base a studiata selezione, ammette nel “Corona giro” i possibili aderenti, in base a comprovate attitudini all’amicizia, alla creatività, nei vari campi del lavoro, e alle buone relazioni sociali. Questo, in quanto, ogni ammesso – la partecipazione è gratuita – esprimerà se stesso, nell’ambito del gruppo, per esempio, con la realizzazione di ricette di cucina, con il canto – come cennato, primo mattone di partenza – con ricette, con prosa, racconti, poesia, filastrocche, fotografia, video su viaggi e su luoghi visitati, per fare solo qualche esempio. In merito al tema viaggi, Dal Negro pensa già ora a quando, superato il momento difficile d’oggi e, quindi, il pericolo del virus, si potranno organizzare uscite culturali ed enogastronomiche – senza scopo di lucro – per creare conoscenza personale, amicizia ed allegria, fra aderenti…, escludendo la politica… e dando risalto, invece, alla storia ed alle tradizioni dei luoghi di provenienza. Oggi, i “Coronati” – così, si autodenominano gli appartenenti al gruppo in parola, segnala Antonella Saccomani, la migliore “Coronata”, in fatto di canto – sono ventisei, ma, la volontà di diventare tali è nel cuore di molti… Un amichevole complesso di “sconosciuti”, quindi, che, tuttavia, si riconoscono al telefono, nei quali, forte è l’attesa di personalmente “conoscersi”, in festa…, per dare forma e sigillare, definitivamente un’amicizia, creatasi casualmente, ma, destinata a eternarsi, appunto, con lo scambio di momenti di serenità, attraverso, anche, una cultura semplice, ma, capace di rilassare, di creare “pace”, negli animi, e facendo dimenticare il peggio. In tale entusiasmante quadro, il 16 luglio scorso, i Coronati hanno compiuto la loro prima uscita culturale, in quel di Soave, per meglio conoscerne territorio, tradizioni, vitivinicoltura e il lato storico-artistico, uscita, che ha permesso di visitare lo scaligero Castello, il Santuario della Bassanella, il borgo Fittà – con tanto di degustazione di brillante Soave – e l’Orto Botanico di Sprea. Da notare: i “Coronati” si sono provvisti anche di un parlante simbolo ad hoc: una grande corona – vedi foto – sulla quale aleggiano, in colori diversi, leggiadre note musicali…, ossia, quelle del “canto telefonico”…
Pierantonio Braggio

Condividi ora!