Ciclismo Juniores: sul Monte Grappa, c’è di nuovo lui Vacek Karel.

di admin
La Borgo Molino prima del suo atleta di riferimento, Fabio Mazzucco che ieri aveva ottenuto il quarto posto in Piemonte alla gara a cronometro valida per il titolo nazionale, si è ben comportata in pianura.

E’ venuto, ha visto ed ha vinto. Il ragazzo , un primo anno, che corre per il Team Giorgi, non ha lasciato ad alcuno dei ragazzi italiani presenti alcuna speranza. 130 circa i partenti su di un percorso di circa 94 km con una salita finale di quasi 20 km. Karel ha vinto in solitaria raggiungendo i 1300 dei Colli Alti, sull’epico monte Grappa, sopra Romano d’Ezzelino, con un distacco considerevole rispetto al secondo, un Andrea Pietrobon della Northwave ( secondo anno) che a sua volta ha avuto la meglio sull’ex campione italiano allievi Mattia Petrucci, anche lui primo anno, in gara per la Contri. La media straordinaria del vincitore, viste anche le condizioni meteo iniziali che ad un certo punto metteva in dubbio la partenza, è stata di oltre i 37,7 km/h. e indica nel giovane primo anno un atleta dalle risorse insuperabili in salita. Dopo aver vinto sullo Zoncolan ed essersi aggiudicato il giro del Friuli, Vacek si ripete in questa classica che ha visto nel percorso pianeggiante vari tentativi di fuga in cui spiccava l’attivismo degli atleti della Borgo Molino, Bobbo, Zumerle, che hanno tentato di guadagnare spazio in pianura per offrire opportunità agli altri compagni più scalatori Grendene, Zandomeneghi. Il fortissimo temporale iniziale che ha mitigato la temperatura portandola a valori tra i 20 e 30 gradi e il team Giorgi che aveva l’ordine di non far scappare nessuno ha portato il gruppo compatto sotto la salita che così ha avuto l’epilogo che tutti si aspettavano .

Condividi ora!