SANITA’: OK REGIONI A RIPARTO 2015; COLETTO (VENETO), “LE NOSTRE BUONE RAGIONI HANNO PREVALSO. IN ARCHIVIO SISTEMA CHE HA FATTO MALE ALLA SANITA’ ITALIANA VIRTUOSA”

di admin
“Le buone ragioni del Veneto alla fine hanno prevalso. Perdiamo 24 milioni, rispetto ai 92 inizialmente previsti, esclusivamente a causa dei tagli calati dal Governo Nazionale ai quali ci siamo sempre opposti e a un contributo (l’ultimo) di solidarietà per le Regioni in difficoltà, ma abbiamo ottenuto impegni formali che, se non verranno disattesi, costituiscono…

Lo dice l’Assessore alla Sanità della Regione del Veneto, Luca Coletto, al termine della riunione della Conferenza dei Presidenti delle Regioni che poco fa, a Roma, ha dato il via libera al Riparto del Fondo Sanitario Nazionale per l’anno 2015.


“Abbiamo di fatto imposto – riferisce un Coletto estremamente soddisfatto – una vera svolta, ottenendo l’impegno di tutte le Regioni a definire il riparto 2016 esclusivamente sulla base dei costi standard e non a fine anno ma entro il prossimo marzo, abbiamo ottenuto la riconferma del Veneto come Regione benchmark anche per il prossimo anno, abbiamo ottenuto che, sempre dal prossimo anno, la solidarietà alle Regioni in difficoltà potrà essere data esclusivamente a chi sarà in grado di dimostrare di aver messo in atto una vera riforma del proprio sistema, come abbiamo già fatto e faremo ulteriormente in Veneto”.


“Non è stato e non sarà facile – ha concluso Coletto – ma oggi abbiamo cominciato a incidere il dato storico che sinora vedeva penalizzate allo stesso modo le Regioni con i conti in ordine e quelle con i deficit e senza riforma in atto. Saremo allo stesso tempo vigili e collaborativi, ma siamo decisi a mandare definitivamente in archivio un sistema che per anni e anni non ha certo fatto del bene alla sanità italiana”.


Il riparto 2015 approvato assegna al Veneto la somma complessiva di 8 miliardi 755 milioni di euro.

Condividi ora!