PRIORITARIA E’ LA SICUREZZA DEI CITTADINI: STESSI CONTROLLI DEGLI AEROPORTI NELLE STAZIONI FERROVIARIE”

di admin
“La minaccia terroristica che continua a incombere sull’Europa dopo il tragico 23 novembre di Parigi, come testimonia lo stato di massima allerta deciso oggi a Bruxelles, impone delle scelte anche non facili da prendere, ma l’attività delle istituzioni deve prioritariamente essere finalizzata alla sicurezza dei nostri luoghi e alla tutela dei cittadini: dobbiamo mettere in…

A dirlo è il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, ribadendo la necessità che i luoghi maggiormente sensibili del nostro territorio, quali ad esempio le stazioni ferroviarie, siano oggetto di maggiori attenzioni e controlli, mettendo a sistema delle procedure precauzionali che consentano di rendere più sicuri la mobilità e le aree di aggregazione.


“Non si tratta di cambiare totalmente i nostri stili di vita – precisa Zaia – ma di avere consapevolezza che talune cautele possono salvare delle vite, senza mettere in discussione la libertà di circolazione. In questo senso ritengo che i controlli praticati negli aeroporti debbano essere in buona parte proposti anche nelle stazioni dei treni: accesso consentito solo a chi è in possesso di titolo di viaggio valido, monitoraggio dei varchi, biglietti nominativi sulle tratte ferroviarie internazionali, verifiche più attente ai bagagli, ecc.”.


“Dobbiamo non solo rafforzare la vigilanza – conclude il governatore – ma anche far rispettare le leggi che già esistono in materia di sicurezza, come quelle che vietano l’uso del velo che nasconde il volto delle persone. Non è un attacco e tanto meno una crociata nei confronti di un credo religioso, ma il dovere sacrosanto di adottare comportamenti a salvaguardia dell’incolumità fisica e della stessa vita delle persone”.

Condividi ora!