AMBIENTE: GIUNTA DIMEZZA CANONE PER ESTRAZIONE INERTI. BOTTACIN REPLICA A PUPPATO

di admin
“Come il gatto e la volpe Zanoni e Puppato, si alternano nel lanciare accuse e insinuazioni sulla questione del dimezzamento dei canoni per gli inerti, ma alla fin fine la sensazione che emerge da questi attacchi in cui si fa continuamente riferimento ai cavatori e alle cave – che non c’entrano per niente – è…

Se c’è qualcuno che ha preso soldi dai cavatori questo è il candidato Alessandra Moretti”. L’assessore regionale all’ambiente e alla difesa del suolo Gianpaolo Bottacin, dopo aver risposto ieri alle dichiarazioni su questo argomento del consigliere regionale Andrea Zanoni, torna a parlare della decisione della giunta regionale di dimezzare i canoni relativi al demanio idrico per l’estrazione di inerti in relazione alle accuse lanciate oggi sulla stampa dalla senatrice Laura Puppato.


“Sostenere che si tratti di regalie ai cavatori – risponde Bottacin – è esattamente l’opposto di quanto disposto con questo provvedimento che è pensato per disincentivare il consumo di suolo ma soprattutto per favorire la realizzazione di una serie di interventi di sicurezza idraulica dei corsi d’acqua. Stia serena la sen. Puppato anche per quanto riguarda i rischi di alluvioni che sarebbero provocati dalle sistemazioni degli alvei dei corsi d’acqua. Sono gestite dai Geni Civili sotto la supervisione di un esperto come il prof. D’Alpaos e il coordinamento dell’Università di Padova e del CNR. Le facciamo con il massimo rigore tecnico e scientifico”.


“Ad ogni modo – controbatte Bottacin – troviamo scandaloso che un attacco così sguaiato provenga da una parlamentare della Repubblica. Ancora più scandaloso è che sia inutile procedere contro affermazioni, dalle quali ci potremmo tutelare ricorrendo alla magistratura, visto che la signora Puppato è tutelata dall’immunità parlamentare. A questo punto le rivolgiamo noi qualche domanda, partendo dal presupposto che né la Lista Zaia, né la Lega hanno mai ricevuto finanziamenti privati per la campagna elettorale ma sono interamente autofinanziate come risulta dagli atti depositati presso il consiglio e le competenti giurisdizioni: 1) ha notizia che qualche cavatore abbia finanziato la Lista Zaia o quella della Lega?; 2) Se sì, chi è il finanziatore? 3) Quanto avrebbe versato e a chi?; 4) Visto che la signora Puppato è un’autorevole parlamentare della Repubblica, perché invece di sparare accuse sui giornali se ha notizie di reati non si reca direttamente in Procura?”.

Condividi ora!