CENTRO INTERNAZIONALE DI FOTOGRAFIA SCAVI SCALIGERI: DA OGGI LA MOSTRA “TINA MODOTTI. RETROSPETTIVA”

di admin
Si inaugura oggi al Centro Internazionale di Fotografia Scavi Scaligeri la mostra “Tina Modotti. Retrospettiva”, dedicata a una delle fotografe più celebri al mondo e ad una donna, che l’eccezionale vicenda umana, artistica e politica ha reso una delle personalità più eclettiche del secolo scorso. L'esposizione, aperta al pubblico fino all’8 marzo 2015, è realizzata…

“Una mostra dal contenuto importante –ha detto Pavesi- che ripercorre la vita e la storia artistica di un personaggio femminile assolutamente affascinante: una donna di grande coraggio e di altrettanto grande sensibilità nell’affrontare i soggetti umani, ritratti in molte delle sue fotografie. Una “pioniera” dalla vita avventurosa, che ha saputo diventare una protagonista degli inizi della storia della fotografia”. “L’esposizione è un cammino –ha detto Costantini- che educa l’occhio dello spettatore contemporaneo, riportandolo alla misura calibrata e meditata che caratterizza tutta l’opera della Modotti, cogliendo la forza caratteristica della fotografia: il suo non voler essere a tutti i costi “arte”, ma il suo dover essere qualitativamente valida per raccontare al mondo gli infiniti aspetti della vita”. Orario di apertura al pubblico: da martedì a domenica dalle 10 alle 19 (chiusura biglietteria 18.30); lunedì chiuso. Aperta il 26 dicembre 2014, 1 gennaio (dalle 14.30) e 6 gennaio 2015. Biglietti: intero 7 euro (con audio guida); ridotto 5 euro (con audio guida); ridotto scuole e ragazzi 1 euro. Catalogo: Silvana Editoriale. Eventi collaterali Giovedì 4 dicembre, ore 17, visita guidata e presentazione agli insegnanti della mostra e delle proposte didattiche. Venerdì 5 dicembre, ore 18.30, “Tina, hermana, no duermes”, reading itinerante sulla vita , l’arte e la passione politica di Tina Modotti. In occasione dell’evento, la mostra rimarrà aperta fino alle ore 21. Replica il 20 febbraio 2015. Domenica 21 dicembre, dalle 15 alle 19, “…perché il fuoco non muore” (Pablo Neruda), regia di Matteo Spiazzi. Laboratorio con rievocazioni poetiche, teatrali, musicali e fotografiche ispirate alla mostra, proposto dalla 1^ circoscrizione centro storico in collaborazione con l’Università della terza età.

Condividi ora!