Fondazione Arena: OPERALIA, solidarietà con i terremotati del 2012 e “Play the Arena Century”.

di admin
Fondazione Arena, in questo 2013, come sempre, del resto, non si è mai fermata. Iniziative su iniziative hanno accompagnato felicemente lo svolgersi della stagione lirica del “centenario areniano” (1913-2013).

Il mese di agosto ha visto realizzarsi, infatti, altri quattro momenti molto rilevanti, riguardanti una speciale competizione di canto lirico; un significativo conforto a chi ha subito, un anno fa, i danni del movimento tellurico; un ottimo giro turistico nella città scaligera, attraverso gli itinerari interattivi, “Aida” e “Roméo et Juliette”, nonché la partecipazione al “Nabucco” del 21 agosto della centenaria signora Jolanda Dal Forno, quale ospite della Fondazione.
OPERALIA è la denominazione ufficiale della competizione internazionale, creata da Plácido Domingo, nel 1993 – la quale, quest’anno, celebra il suo ventesimo anniversario di vita – e fortemente supportata, da ben oltre dieci anni, dalla nota fabbrica d’orologi svizzera “Rolex” La competizione ha lo scopo di ricercare, individuare e valorizzare le migliori giovani voci, presenti nel panorama internazionale. Quest’anno, l’iniziativa è stata realizzata a Verona – ogni anno, essa è ospitata da una grande città del modo – con la presenza di 14 commissari da tutto il globo, che hanno dato il loro giudizio su 40 giovani cantanti dai 18 ai 32 anni, dei quali solo 10 hanno raggiunto la finale, realizzata al Teatro Filarmonico, con l’Orchestra dell’Arena di Verona, diretta dallo stesso Plácido Domingo. Per il quale, OPERALIA si può paragonare alle Olimpiadi per l’opera lirica. Si gareggia con entusiasmo e gioia per l’opera, la quale vivrà sempre e mai morirà. In tale modo, su ogni palcoscenico del mondo, in ogni stagione, vi è almeno un cantante, che ha partecipato o vinto a OPERALIA. Con l’importante collaborazione, dunque, di Rolex, l’istituzione di Domingo, unica al mondo, ha sinora distribuito 210 premi e ha contato 157 vincitori da 36 paesi di provenienza, selezionando capacità e qualità.
In fatto di solidarietà – operazione “Per non dimenticare” – Fondazione Arena, d’accordo con il Comune di Verona, ha distribuito 5000 biglietti, acquistati dal Consorzio Tutela del “Grana Padano” – che, fra l’altro, molto ha contribuito alla ricostruzione di numerosi caseifici – ad altrettanti spettatori, provenienti dai 35 Comuni, colpiti dal sisma del 2012, i quali hanno partecipato alla prima di “Roméo et Juliette”, del 31 agosto. Per l’occasione, gli ospiti hanno usufruito di una riduzione del 50% presso il parcheggio Arena e gli autobus hanno goduto dell’esenzione dal biglietto d’ingresso.

Condividi ora!