San Giovanni Battista, patrono del Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di Malta. Lo ricorda un foglietto con due francobolli, emesso dalle Poste Magistrali.

di admin
Di origine ebraica, l’anacoreta Giovanni nacque a Macheronte, Giordania – oltre una ventina di chilometri dal fiume Giordano – nell’anno 5 a.C. e morì, per un capriccio umano, verso il 33 d.C. Suoi genitori furono il sacerdote Zaccaria ed Elisabetta, cugina di Maria, madre di Gesù Cristo che, quindi, era cugino di dello stesso Giovanni.

Il quale, ancora nel ventre di Elisabetta, esultò di gioia, quando Maria – già destinata, per volere divino, ad essere la madre di Gesù – andò in visita da Elisabetta.
Ritiratosi ben presto nel deserto per propria penitenza, invitava a praticarla, per degnamente accogliere il futuro Messia, Gesù Cristo. Fu, più tardi, proprio Giovanni, profeta e precursore di Cristo, a battezzare Gesù nelle acque del Giordano, presentandolo ai presenti come l’Agnello di Dio, che toglie i peccati del mondo, Gv.1,29.
Fu decapitato da Erode Antipa – per volontà della convivente Erodiade, moglie di Filippo, fratello di Antipa – cui Giovanni rimproverava l’irregolare relazione, non accettata, peraltro, dalla tradizione ebraica.
Che Giovanni il Battista sia il patrono del “Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme, di Rodi e di Malta” è dovuto al fatto che ad Amalfi un ospedale per pellegrini fu dedicato, già nel 1050, al Santo.
Le Poste Magistrali celebrano il loro Patrono sia con tre francobolli, nei valori di € 0,85; 2,10 e 3,20, sia con altri due pezzi – € 3,20 e 5,20 –, contenuti in un foglietto. Il quale riproduce “Il Battesimo di Gesù”, dipinto del periodo 1700-1800 e conservato a Bagnaia, Viterbo, nella chiesa di San Giovanni Battista. Tirature: 10.000 serie complete e 5000 foglietti numerati.

Condividi ora!