“PULIRE Outdoor” a Veronafiere dal 21 al 23 maggio 2013. È la Fiera delle Produzioni e delle Tecnologie per le Attività dell’Igiene Ambientale, che fa della città scaligera la “Capitale internazionale del Pulito”.

di admin
Per la 22ª volta, PULIRE si presenta a Verona, con materiale tecnico, offerta di contatti e di convegni, miranti alla pulizia della città, all’igiene urbana, alla salute, alla sicurezza, al turismo e ad un sano utilizzo del tempo libero, a livello internazionale.

Il tutto, tenendo presente che, nel rapporto “pulizia urbana e qualità del vivere”, il fattore “pulizia-igiene” pesa per il 47%, contro il 14% della sostenibilità e il 13% per la sicurezza. Con il che, risulta che la pulizia delle strade ed il decoro dei quartieri e degli spazi pubblici è la prima preoccupazione degli italiani. Tenuto conto di tale confortante risultato, per lanciare PULIRE OUTDOOR, si sono associati in gruppo di lavoro Afidamp servizi srl, Veronafiere – presidente: Ettore Riello, Amia Verona – presidente: Andrea Miglioranzi, Legambiente, ANCI, Federambiente ed Assoambiente. Amia Verona creerà, nel quartiere Fiera, un’area dimostrativa, che permetterà di mettere a confronto macchine e tecniche operative del settore.
PULIRE OUTDOOR vedrà presenti 265 espositori, dei quali il 27% dall’estero, su 13.500 mq di superficie, con un aumento di operatori in fiera di oltre 3 punti rispetto all’edizione precedente. La maggior parte delle provenienze estere rappresentano espositori da Germania, Francia, Olanda e Turchia, mentre saranno in visita, per contatti, delegazioni da Brasile, Singapore, Sudafrica, Tailandia ed India. La manifestazione si completa con 208 mq di gazebo in area esterna, mentre 4000 mq costituiranno area dimostrativa, allestita come porzione di città con verde urbano, destinata, come sopra accennato, a dimostrazioni pratiche. Dei 265 espositori segnalati, l’80% è dato da aziende italiane provenienti dal Nord, in particolare da Lombardia (71) e dal Veneto (36), il quale detiene il primato della produzione di attrezzature del settore, a livello nazionale. Significativa sarà la presenza dell’Emilia-Romagna (26 aziende). Il 16%, poi, degli espositori proviene dal Centro, dalla Toscana, dal Lazio, dall’Umbria, dalle Marche, e dall’Abruzzo, mentre il 4% dal Sud. Dal punto di vista merceologico, appare molto in aumento la presenza della componentistica, degli accessori e delle batterie, della carta e prodotti derivati, nonché delle lavanderie industriali.
PULIRE: un grande appuntamento altamente specializzato e di livello internazionale, che vede Veronafiere coinvolta direttamente nella promozione e nello sviluppo ulteriore al leadership internazionale, grazie alla propria professionalità ed esperienza.

Condividi ora!