Colognola ai Colli – 16-21 maggio Le novità della 57^ Sagra dei Bisi

di admin
La fiera è un itinerario enogastromico che celebra alcuni prodotti locali. Il famoso pisello verdone nano verrà valorizzato in 2 piatti tipici della zona: “paparele coi bisi” e “risi e bisi” accompagnati dalla degustazione dei vini tipici Soave e della Valpolicella. Inoltre, sarà possibile assaporare l'olio extravergine delle colline veronesi.

Una delle novità di quest’anno è che saranno presenti anche Rai Uno e Rai Tre, con le troupe di “La vita in diretta” e di Gheo & Gheo per documentare il prodotto e la festa tradizionale.
La sagra inizierà con la tradizionale Cena di Gala, cui parteciperanno i rappresentanti delle istituzioni e dell’economia veronese. Durante la serata sarà conferito il prestigioso Premio Columna, riservato a personalità dei settori dell’economia, della cultura e del volontariato. L’iniziativa è volta a promuovere il territorio, l’agricoltura, le cantine, la ristorazione, l’agriturismo, offrendo nel contempo un piacevole momento di relax tra le colline.
L’amministrazione Comunale, in collaborazione con la Pro Loco, i ristoratori e le aziende vitivinicole ha organizzato una serie di appuntamenti enogastronomici nei vari ristoranti a prezzi moderati.
Il 24 maggio, infine, ci sarà un banchetto con tutte le maschere veronesi guidate da Papà del Gnoco.
Assessore – Frigotto: “Siamo giunti alla 57^ edizione della Sagra dei Bisi, un appuntamento ricorrente che attira visitatori da tutta la regione e che quest’anno è anche all’atenzione di alcune televisioni nazionali. La fiera è un modo per valorizzare il pisello verdone nano, prodotto tipico di Colognola che si sposerà con i vini Soave e Valpolicella, con il riso vialone nano e con l’olio extravergine coltivato nelle zone più anguste delle nostre colline. E’ un’occasione per dare valore al turismo enogastronomico e un’opportunità per conquistare nuove aree di mercato”.

Sindaco Colognola – Martelletto: “La sagra è un’importante evento sopratutto per le piccole attività che mettono in mostra i loro prodotti. Stiamo lavorando sulla selezione varietale per ottenere la certificazione D.O.P sul nostro “Pisello Verdone Nano”. Saranno serviti circa 17.000 piatti a base dei nostri bisi accompagnati dai vini ‘Soave’ e ‘Valpolicella’: abbiamo la fortuna di essere una zona a doppia attitudine. La Sagra sarà a impatto zero per tutelare il nostro ambiente, con i piatti usa e getta riciclati nella plastica anziché convogliati nell’indifferenziata.”

Direttore del Consorzio di Tutela Vino Soave – Lorenzoni: “I dati dimostrano che esiste un forte marcatore territoriale nella zona di Colognola: in questo Comune ci sono 378 aziende di cui 364 coltivate a vigneto; la superficie agricola utilizzata corrisponde a 1.500 ettari di cui l’85% è coltivata a vite – 1.224 ettari DOC e 85 IGT. All’agricoltura biologica, inoltre, sono riservati 70 ettari e l’età media dei titolari delle aziende è di 60 anni con il 25% di donne.”

Vice presidente Camera di Commercio – Albini: “L’evento è un’iniziativa che, anno dopo anno, continua a crescere e dà ottimi risultati alle piccole attività del territorio che si promuovono durante la sagra esponendo i propri prodotti. E’ importante sapere che l’economia veronese rispetto ad altri territori ha raggiunto ottimi risultati nonostante l’attuale crisi.”

Condividi ora!