INIZIATIVE DIDATTICHE DELL’IRVV PER LE SCUOLE VISITE ALLE VILLE VENETE E MOSTRA ITINERANTE

di admin
Formare giovani attenti e interessati al proprio passato e al proprio territorio, attraverso la riscoperta del ruolo delle ville venete, per interpretare ed affrontare al meglio le sfide del futuro.

È questo l’obiettivo delle iniziative didattiche promosse dall’Istituto Regionale Ville Venete (IRVV) e dall’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto che, grazie al contributo della Regione Veneto, hanno messo in atto una serie di iniziative rivolte alle scuole di ogni ordine e grado finalizzate ad avvicinare le giovani generazioni al proprio patrimonio culturale e territoriale.
“Si tratta di un progetto di promozione del turismo scolastico in villa, che vuole coinvolgere gli alunni e gli studenti nell’elaborazione di modelli di comunicazione e ricerca su tematiche riguardanti le ville e di incentivare visite didattiche nelle ville venete”. Lo afferma la Presidente dell’IRVV Giuliana Fontanella, nel promuovere l’iniziativa ai comuni veneti perché incoraggino le scuole sul loro territorio a partecipare al progetto. “Infatti le attività proposte, prosegue la Presidente IRVV, mirano a sensibilizzare i ragazzi, i docenti e tutto il territorio alla valorizzazione del notevole patrimonio architettonico-culturale della Regione. Le Ville Venete vanno considerate luoghi privilegiati per comprendere la storia politica, economica, sociale e culturale del Veneto, conclude Giuliana Fontanella, e in questo modo possiamo diffonderne la cultura della conservazione e valorizzazione nella società odierna e futura!”

LE VISITE GUIDATE IN VILLA
Il progetto, realizzato in collaborazione con la Regione Veneto, ha lo scopo di incoraggiare le visite didattiche in villa. Anche quest’anno l’Istituto Regionale Ville Venete mette a disposizione risorse finanziarie atte ad incentivare l’iniziativa. Sono già oltre un centinaio le scuole che hanno aderito al progetto, coinvolgendo oltre 200 classi per complessivi 4100 studenti. “Un segno della grande attenzione del mondo scolastico alla storia e al nostro patrimonio culturale” dicono all’IRVV. Le visite didattiche sono iniziate a marzo e proseguiranno anche nel mese di maggio. Le ville che hanno destato maggior interesse sono state quelle dei territori provinciali di Padova (27), di Vicenza (22), di Venezia (19) e di Treviso (17). L’Istituto Regionale Ville Venete ha previsto un contributo economico di 400 euro per le prime 100 scuole che hanno aderito all’iniziativa, finalizzato a sostenere gli oneri relativi ai costi di trasporto ed ai biglietti di ingresso alle ville. Le prenotazioni posso essere fatte tramite l’indirizzo mail turismoscolastico@irvv.net, o telefonando al numero verde 800894008 (attivo dalle 9.00 alle 13.00 nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì). L’elenco delle ville visitabili è consultabile sul sito www.irvv.net.
Lo scorso anno hanno aderito all’iniziativa circa 100 istituti per un totale 2000 alunni coinvolti.

LA MOSTRA STORICO-DIDATTICA ITINERANTE
L’I.R.V.V. mette a disposizione 14 pannelli, frutto di un’accurata campagna fotografica, per allestire una mostra storico-didattica itinerante in sette scuole, una per ogni provincia veneta. La rassegna, già ospitata al liceo “Tito Livio” di Padova, al linguistico “Da Collo” di Conegliano e nei giorni scorsi all’istituto “Ferretto” di Barbarano Vicentino, fino al 6 maggio sarà esposta all’Istituto Statale “Silva Ricci” a Legnago. I pannelli esposti, raffiguranti ciascuno una villa veneta con relativa didascalia, faranno conoscere ai visitatori l’inestimabile patrimonio architettonico e culturale della nostra regione da tutelare, valorizzare e quindi vivere. Per gli studenti e i loro accompagnatori potrà essere un’esperienza indimenticabile la riscoperta del proprio territorio attraverso le ville venete, i loro parchi e giardini e le loro trasformazioni, e sarà anche occasione di conoscenza, di confronto tra le diverse espressioni che concorrono alla formazione del nostro patrimonio culturale e di crescita formativa. La mostra itinerante farà poi tappa, progetto in fase di definizione, a Feltre, a Venezia e a Rovigo.

Condividi ora!