“Preistoria Festival 2013” di Fumane Gli appuntamenti della 6^ edizione, dal 4 maggio al 2 giugno

di admin
La manifestazione, patrocinata dalla Regione del Veneto e dalla Provincia di Verona, è promossa dal Comune di Fumane in collaborazione con il Consorzio Pro Loco Valpolicella, l'Università degli Studi di Ferrara, il Parco Naturale e la Comunità Montana della Lessinia, la Fondazione Cariverona, la Pro Loco di Molina e l'Ufficio Beni Archeologici della Provincia Autonoma…

L’iniziativa, che si svolgerà dal 4 maggio al 2 giugno, prevede sei appuntamenti durante il fine settimana tra notti in grotta, conferenze, attività didattiche, escursioni e proiezioni a tema. Si tratta di un mese di eventi culturali e non solo sulla preistoria, alla scoperta delle bellezze naturalistiche del territorio. Ad aprire il festival sarà la conferenza “La grande guerra: una storia nel ghiaccio. Ricerca scientifica e memoria collettiva sulle montagne del Trentino”, tenuta da Franco Nicolis, direttore dell’Ufficio Beni Archeologici della Provincia Autonoma di Trento. Sono previste, inoltre, le tradizionali “Notti Magiche” nella Grotta di Fumane, escursioni tematiche e appuntamenti serali e notturni, di stampo culturale e musicale, a stretto contatto con la natura.
Il “Preistoria Festival 2013” terminerà domenica 2 giugno con la giornata conclusiva “Riviviamo la preistoria” dedicata ai più piccoli, ma anche ai ragazzi e alle famiglie. Tra le varie attività ludico-didattiche in programma saranno proposte la scheggiatura della selce, l’utilizzo di armi preistoriche come archi, frecce e propulsori, la lavorazione dell’argilla ed altri laboratori creativi. Le attività si terranno, a partire dalle ore 13:45, nella frazione di Molina. In occasione della giornata conclusiva, sarà inoltre possibile visitare la Grotta di Fumane, previo appuntamento, con tre turni di visita rispettivamente alle 15:00, 16:30 e 18:00.
Nell’ambito del “Preistoria Festival 2013”, nella Sala Consigliare del Comune di Fumane sarà allestita la mostra itinerante: “Con gli occhi degli apostoli. Una presenza che travolge la vita”, organizzata dall’Associazione Rivela.

Info: Consorzio Pro Loco della Valpolicella – Iat Valpolicella 045 7701920
Assessore Ambrosini: “È un vero piacere presentare la 6^ edizione del ‘Preistoria Festival’ di Fumane, un’iniziativa unica nel suo genere che nel corso degli anni ha saputo affermarsi all’interno della nostra provincia, valorizzando le bellezze naturali di questo meraviglioso angolo di territorio. La singolarità degli eventi promossi, come le suggestive ‘Notti Magiche’ nella grotta di Fumane, esercita una grande attrazione nei confronti dei cittadini, anche grazie al carattere storico-culturale dei temi proposti. La manifestazione si pregia, pertanto, di una duplice valenza, poiché da una parte coniuga l’amore per la natura e l’ambiente all’arricchimento culturale, offrendo l’occasione di vivere piacevoli momenti a contatto con la natura, dall’altra permette di approfondire la conoscenza della storia delle nostre terre e riscoprire le più antiche tradizioni dei nostri avi. Inoltre, le numerose attività in programma toccano ambiti tra loro diversificati, spaziando dalle conferenze alle escursioni, dagli eventi culturali e musicali alle attività ludico-didattiche, queste ultime capaci di coinvolgere anche i più piccoli e le loro famiglie”.
Assessore alla Cultura del Comune di Fumane – Antolini: “Questo festival, giunto con successo alla 6^ edizione, ha lo scopo di valorizzare una delle grotte preistoriche più importanti d’Europa, che conserva reperti risalenti fino a 70 – 80 mila anni fa. Questa iniziativa ha un ruolo importante per incentivare il turismo culturale nel nostro territorio e, per i veronesi, sarà un’occasione imperdibile per conoscere e riscoprire una delle bellezze della nostra provincia, la cui fama è più diffusa all’estero di quanto non sia in Italia. Il mese di maggio sarà dedicato ad importanti e unici eventi culturali che gravitano attorno a questo sito”.
Organizzatore “Preistoria Festival” – Castagna: “Quest’anno il ‘Preistoria Festival’ presenta un’importante novità, in linea con il suo intento divulgativo e culturale. Ad aprire il festival, infatti, sarà una conferenza in cui si illustrerà come tecniche di scavo utilizzate nell’archeologia preistorica possono essere applicate su scavi moderni, risalenti alla Prima Guerra Mondiale. A farlo sarà il direttore dell’Ufficio Beni archeologici di Trento, Franco Nicolis”.
Presidente Pro Loco Molina – Ceradini: “Sin dalla prima edizione, Molina ha ospitato nelle sue trenta corti la giornata conclusiva del festival. Per questa edizione, oltre ai classici laboratori, in questi spazi saranno installati degli stand per la promozione di prodotti locali, alcuni dei quali derivanti da produzioni agricole molto antiche che si trovano solo sul nostro territorio e che per questa peculiarità sono diventati presidi Slow food”.

Condividi ora!