“IN ALTO I CUORI”: MASSIMO BUBOLA IN CONCERTO PER FEVOSS

di admin
Parte degli incassi della serata del 9 febbraio, al Teatro Ristori, verranno devoluti alla Federazione dei Servizi di Volontariato Socio Sanitario

In alto i cuori non è soltanto il titolo del nuovo album di Massimo Bubola. È un’esortazione alla solidarietà verso chi soffre e alla spiritualità civile, che il poeta e cantante veronese ha deciso di esprimere in prima persona devolvendo una parte degli incassi del concerto di sabato 9 febbraio a sostegno delle attività di Fevoss – Federazione dei Servizi di volontariato Socio Sanitario.
La serata, unica data veronese che inaugura in prima nazionale il tour, porta sulla scena del Teatro Ristori (alle 21) brani classici alternati a quelli contenuti nell’ultimo lavoro firmato dell’artista scaligero, tra i più importanti autori italiani di canzoni che ha collaborato tra gli altri con Fabrizio De André.
Sono undici le ballate contenute nel ventesimo album solista di Bubola, quasi una serie di Instant songs alle quali ha lavorato per quattro anni: canzoni poetiche nei testi e dalla forte tensione morale e civile che, traendo ispirazione da alcune vicende realmente accadute, esortano alla riflessione. Ci sono ballate elettriche come Hanno sparato a un angelo che si ispira a un episodio accaduto a Roma, il 4 gennaio dello scorso anno, quando due rapinatori spararono e uccisero sotto il portone di casa Zhou Zeng, 32 anni, e la figlia di nove mesi Joy. Canzoni tex-mex come Al capolinea dei sogni storia e Analogico-digitale, scritto con Beppe Grillo, che contrappone la cultura antica dell’uomo a quella attuale e virtuale. Ballate folk, country e rock’n’roll come Tasse sui sogni, dove in un elenco di imposte reali e surreali compaiono anche le tasse sui sogni. Infine il toccante soul In alto i cuori che dà il titolo al disco e al tour: un invito alla riflessione, alla tensione emotiva ed etica per sconfiggere l’indifferenza.
Sul palcoscenico, assieme a Bubola, suonerà la Eccher Band che accompagna e lavora in studio con il cantautore scaligero dal 1996. È composta da Massimo Bubola (chitarre, armonica, percussioni), Simone Chivilò (chitarre, mandolino, keyboards), Enrico Mantovani (chitarre), Piero Trevisan (basso), Virginio Bellingardo (batteria) e Lucia Miller (voce). Simone Chivilò è con Bubola anche il coproduttore del disco.
Biglietti 25 euro, comprensivi del dirotto di prevendita, acquistabili online, sul sito www.geticket.it o nei punti vendita del circuito.

Condividi ora!