CONTRAPPUNTI 2012/2013 “SENZA FISSA DIMORA”

di admin
Un seminario teatrale per affrontare, attraverso esercizi sensoriali eseguiti al buio, il tema della cecità, non solo quella fisica ma anche emotiva e relazionale, così spesso presente nella società di oggi.

Il laboratorio, intitolato appunto “Cecità”, e aperto a tutti, sarà condotto dall’attore e regista Corrado Calda a Padova, alla Fornace Carotta in via Siracusa 61, da giovedì 22 a domenica 25 novembre (giovedì e venerdì dalle 20.45 alle 23.30, sabato e domenica dalle 10 alle 19).
La proposta si inserisce nel calendario di Contrappunti 12/13 “Senza fissa dimora”, alla diciassettesima edizione, il festival ideato e promosso da Tam Teatromusica con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova, Arteven – Regione del Veneto, il sostegno del Ministero per i Beni e le attività culturali in collaborazione con il Consiglio di quartiere 4 e 5 del Comune di Padova e la Fondazione Hollman.
Ispirato all’omonimo romanzo dello scrittore portoghese José Saramago, il seminario teatrale ricostruirà una “microsocietà cieca” per indurre i partecipanti, muniti di benda agli occhi, a una profonda esperienza sensoriale in cui “ascolteranno” il buio e nel buio saranno chiamati a interagire tra loro. Il laboratorio non parte, dunque, dal lavoro sul personaggio o sulle battute, ma condurrà a un personaggio teatrale attraverso l’ascolto della situazione.
E come nel romanzo i protagonisti si rendono conto che forse solo nella cecità, in cui all’improvviso si trovano, cominciano a vedere veramente e a capire chi sono, così il laboratorio vuole far riflettere sul fatto che troppo spesso ognuno nella propria vita è “cieco” e indifferente perché chiude gli occhi o finge di non vedere: il buio della situazione teatrale sollecita a riconoscere e a vincere la cecità interiore, dramma frequente nella nostra società, sperimentando l’urgenza dell’ascolto dell’altro e di ciò che ci sta intorno.
Corrado Calda attore teatrale, televisivo e cinematografico, autore e regista. Laureato al D.A.M.S in drammaturgia si è diplomato in recitazione presso la Bottega Teatrale di Vittorio a Gassman e ha perfezionato i suoi studi all’Atelier della Costa Ovest conseguendo altri due diplomi Artisti dello spettacolo e Artisti di scena. Debutta in teatro nel 1989 al Festival du Theatre d’Avignone nel “Don Chisciotte” di Cervantes, regia Claudio Longhi; successivamente lavora con registi come Amedeo Amodio, Paolo Pierazzini, Alfonso Santagata, Remondi e Caporossi, Alessandro Pecini, Luca Ronconi, Lorenzo Loris, Franco Brambilla, Laura Pasetti, Alessandro Bergonzoni, Carmelo Rifici e Agnese Cornelio.
Il laboratorio Cecità è già stato proposto al Teatro Libero di Milano, all’Hops di Genova, al Mat di Lugano, alla Corte dei Miracoli di Siena, all’Actis di Trieste…
Sono aperte le iscrizioni. Il costo del seminario è di 120 euro (90 per gli studenti). Per prenotazioni: paola@tamteatromusica.it 049-654669/656692 oppure 334/7685121 (dalle 9 alle 13); per informazioni: www.tamteatromusica.it.

Condividi ora!