Serata conclusiva di “Festival Veneto 2012” In Piazza dei Signori va in scena la lingua veneta

di admin
Oggi, nella Sala Rossa del Palazzo Scaligero, l’assessore alla Cultura e Identità Veneta Marco Ambrosini ha presentato l'ultimo appuntamento della rassegna “Festival Veneto 2012”, che si svolgerà martedì 28 agosto alle ore 21.15 in Piazza dei Signori a Verona.

Erano presenti: Enrico Bianchini, presidente dell’Associazione Culturale Benacus produttrice del festival; Paolo Valerio presidente di “Fondazione Atlantide – Teatro Stabile di Verona” e direttore artistico di “Provincia in Festival”; Mauro Grezzani, amministratore unico di Aptv.

Ha partecipato inoltre Katia Ricciarelli, direttore artistico del Festival Veneto.

Il Festival Veneto, giunto alla 5^ edizione, è una manifestazione regionale itinerante che promuove spettacoli e concerti in lingua veneta. L’ultimo appuntamento in programma, dopo le tappe di Bovolone e Jesolo, sarà a Verona, nella cornice di Piazza dei Signori, dove cantanti, musicisti, attori, ballerini e cabarettisti si esibiranno per allietare il pubblico con l’arte in vernacolo.

La rassegna, fiore all’occhiello di “Provincia in Festival”, è promossa dall’assessorato alla Cultura e Identità Veneta della Provincia di Verona e realizzata dall’Associazione Culturale Benacus in collaborazione con “Fondazione Atlantide – Teatro Stabile di Verona”, con il patrocinio e contributo della Regione del Veneto e il patrocinio del Comune di Verona. La manifestazione ha, inoltre, come main sponsor Aptv (Azienda Provinciale Trasporti di Verona).

I protagonisti della serata saranno cantanti e cantautori pronti all’ultima sfida per aggiudicarsi l’edizione 2012 della rassegna. Sul palco anche le splendide voci degli allievi dell’Accademia Lirica Internazionale di Katia Ricciarelli, il corpo di ballo “The Gamblers” e il cabaret di Giuseppe Rainero, in arte “El Bifido”. Ospiti della serata gli attori Roberto Puliero e Nicola Ciaffoni, il complesso musicale veronese “Petols” e Massimo Priviero.

Katia Ricciarelli, che ha la direzione artistica della manifestazione, sarà ospite d’eccezione della tappa veronese del tour e, oltre a presiedere la giuria, si esibirà per il pubblico del “Festival Veneto”.

A condurre la serata Alice Cristiano, giornalista di Telenuovo e la presentatrice Letizia Isolani che introdurranno cantanti e cantautori in gara: Massimo Ferrari di Negrar (VR) con la canzone “A maca”, Vinicio Corrent di Spresiano (TV) con la canzone “Pasta e fasioi”, Freve Da Samba di Venezia con la canzone “Nicotina”, Massimiliano Corrà di San Bonifacio (VR) con la canzone “Piassa Bra” e Luciano Buscemi di Paese (TV) con la canzone “A riscossa del contadin”.

Il Festival Veneto dallo scorso anno è diventato una vetrina itinerante che permette ad artisti emergenti, provenienti dalle sette province venete, di salire sul palco per esibire il proprio talento. Una formula originale e vincente che intende coinvolgere il pubblico, soprattutto quello giovane: gli spettatori potranno infatti esprimere le proprie preferenze per decretare il vincitore tra i numerosi artisti.

La rassegna si conferma anche per il 2012 una manifestazione aperta a tutti che ha come obiettivo la diffusione dell’arte, della lingua e della cultura del Veneto. Uno spazio dedicato a diverse forme artistiche che sono rappresentative di un’unica cultura e identità.

Anche l’appuntamento veronese sarà ad ingresso gratuito al fine avvicinare il pubblico alla tradizione veneta attraverso espressioni artistiche contemporanee.

Lo spettacolo andrà in onda su Telenuovo, domenica 2 settembre, alle 20.30.
Info: www.festivalveneto.it

Assessore Ambrosini: “Sarà una chiusura in grande stile quella dell’edizione 2012 di “Festival Veneto”, la manifestazione regionale itinerante che dopo aver riempito le piazze e i luoghi più suggestivi del nostro territorio, domani farà tappa nella splendida cornice di Piazza dei Signori. Uno stile che rispecchia la qualità della proposta artistica della manifestazione che dal 2008 promuove e valorizza l’identità e la lingua veneta e con esse l’amore per il nostro territorio, per la sua storia e tradizione. Anche quest’anno la lingua veneta con i suoi innumerevoli dialetti si conferma grande protagonista del festival che ha visto salire sul palco giovani talenti, cantanti e cantautori, per sfidarsi a suon di vernacolo. Si tratta di una formula nuova che dallo scorso anno ha fatto della manifestazione “l’unico vero festival in lingua veneta” riscuotendo la partecipazione entusiastica degli artisti provenienti dalle sette province. Un plauso va, quindi, agli organizzatori del festival che anche per questa quinta edizione hanno saputo mettere insieme proposte artistiche di qualità, spettacoli di livello, creando momenti di aggregazione che hanno raccolto il grande apprezzamento del pubblico”.

Direttore artistico del Festival – Ricciarelli: “L’edizione di quest’anno del “Festival Veneto” è particolarmente ricca e sono soddisfatta del successo che ha riscosso fino ad ora. Con la canzone in lingua veneta a fare da protagonista, l’appuntamento conclusivo sarà il perfetto coronamento del tour. Sarà, infatti, una serata piacevole all’insegna della riscoperta del veneto, idioma che non manca certo di espressività e creatività. Mi sono avvicinata con molta spontaneità e semplicità a questa manifestazione artistica perchè il dialetto veneto è parte integrante della mia identità, anche d’artista. Mi sono sempre ‘arrabbiata’ quando mi è stato rimproverato di utilizzare in televisione espressioni tipiche della cultura veneta: la lingua venetà è così espressiva, così colarata e vivace che non ha nulla da invidiare al toscano, al napoletano e al romanesco che erroneamente vengono considerati dialetti ‘nobili’. E proprio assecondando il mio lato artistico veneto ho deciso di inserire all’interno del Festival due miei giovani allievi di canto lirico che si esibiranno in un duetto della commedia musicale “I quattro rusteghi” di Ermmano Wolf-Ferrari, ispirata dall’opera del Goldoni. Questo perchè l’idioma veneto non resti solo tradizione ma diventi anche nuova espressione”.

Direttore artistico di “Provincia in Festival” – Valerio: “Questa edizione del ‘Festival Veneto’ è stata piena di sorprese, che non mancheranno anche nella serata conclusiva. L’idea che sta alla base del Festival è di costruire, attraverso la gara canora, un futuro per il dialetto veneto, che vanta una tradizione letteraria notevole. Inoltre, la lingua veneta si caratterizza anche per il suo spiccato lato popolare e come mezzo espressivo efficace per la socializzazione. Sperando di replicare il successo dei precedenti appuntamenti del tour 2012, invito tutti domani sera alla scoperta della canzone vincente e di uno spettacolo genuino e particolare”.

Condividi ora!