A4 Holding: 460 milioni di euro i ricavi dell’esercizio 2023

di Valentina Ceriani
Valore economico distribuito agli stakeholder di oltre 379 milioni di euro. Nel 2023 registrato un +3,59% di veicoli effettivi sulla tratta di competenza. Cala del -42% il tasso di mortalità degli incidenti.

Si chiude positivamente anche il bilancio di esercizio 2023 del Gruppo A4 Holding, attivo da oltre 70 anni nella gestione di strade e autostrade con i suoi 235,6 km in concessione a Nord Est, e che interseca e collega i territori e le zone industriali di cinque province fra il Veneto e la Lombardia.

Sono state registrate buone performance degli andamenti economici aziendali, e questo nonostante il contesto macroeconomico che ha mantenuto anche per il 2023 prospettive di incertezza dovute agli impatti negativi della spinta inflazionistica e della stretta monetaria e alle ripercussioni registrate sui prezzi delle materie prime e dei derivati, che hanno ovviamente inciso sulle condizioni operative aziendali.

Il Gruppo ha raggiunto quota 460 milioni di euro di ricavi consolidati nel 2023 (erano stati 445 mln euro nel 2022), con un Ebitda a +5%, in salita a quota 255 milioni € rispetto al valore espresso nell’anno precedente. 

È proseguito il piano degli investimenti che, nell’esercizio 2023, ha totalizzato impieghi per 84 milioni di euro, continuando e perfezionando ulteriormente sulla rete di propria pertinenza il miglioramento degli standard di qualità e sicurezza, tra cui l’adeguamento delle gallerie alla specifica direttiva comunitaria, interventi su ponti, viadotti, cavalcavia, pavimentazioni, barriere di sicurezza e acustiche, oltre a dare esecuzione a nuove opere autostradali.

Dal “Bilancio di Sostenibilità” 2023 del Gruppo A4 Holding si evincono gli ulteriori progressi ottenuti rispetto agli obiettivi prefissati in materia di governance, gestione e valorizzazione del capitale umano e sostenibilità ambientale, attraverso il perfezionamento di molti processi di innovazione aziendale.

Fra i traguardi raggiunti nel 2023 si possono enumerare e sintetizzare:

  • i 533 milioni di euro di valore economico direttamente generato nel corso dell’esercizio
  • la distribuzione agli stakeholder aziendali di un valore economico complessivo di oltre 379 milioni di euro
  • l’impegno nella valorizzazione delle persone e della loro crescita professionale con oltre 10.700 ore di formazione erogate ai 449 dipendenti (di cui il 99% risulta assunto con contratto a tempo indeterminato);
  • i notevoli progressi nel tema prioritario della decarbonizzazione, che hanno permesso di raggiungere il 100% di fornitura elettrica proveniente da fonti rinnovabili e di registrare un significativo -14% sulle emissioni di CO2;
  • i molti progetti, concorsi e iniziative pubbliche di sensibilizzazione per la prevenzione del rischio stradale e per la promozione della mobilità sostenibile.

«I risultati registrati nel 2023 sono il frutto del costante impegno del Gruppo A4 Holding nel percorso di continua crescita aziendale – è il commento di Gonzalo Alcalde, Presidente del Gruppo A4 Holding – che sempre più armonizza la ricerca di alte performance aziendali alla responsabilità di impresa e alla nostra strategia di sostenibilità, che anche per l’esercizio passato ha trasformato obiettivi prefissati in traguardi raggiunti. Attraverso il valore economico generato e distribuito si conferma anche per il 2023 il nostro ruolo di attori responsabili del territorio, al fianco di stakeholder e istituzioni locali, con l’obiettivo di mantenere il compito di sostegno allo sviluppo socio-economico delle cinque province che attraversiamo, assicurando contemporaneamente la massima sicurezza e il miglior comfort a chi viaggia sulle nostre reti autostradali. Continueremo a impegnarci per essere sempre motori di crescita, di occupazione e di specializzazione di questo importante capitale territoriale».

Gli investimenti e gli interventi pianificati, realizzati e progettati

Per quanto riguarda il passato esercizio, fra gli interventi pianificati, progettati, avviati e realizzati o di prossima realizzazione, vanno sicuramente evidenziati:

  • quelli concernenti l’interconnessione fra l’autostrada A4 Brescia–Padova e la Superstrada Pedemontana Veneta, aperta al traffico veicolare lo scorso 4 maggio 2024 e il completamento della nuova autostazione di Montecchio Maggiore in provincia di Vicenza (che sarà operativa entro giugno 2024) e dei collegamenti con la viabilità ordinaria (investimento complessivo di quasi 91 milioni di euro); 
  • l’esecuzione delle attività propedeutiche all’avvio dei lavori nuova stazione autostradale di Castelnuovo del Garda (VR), progettata al fine di migliorare i collegamenti sia commerciali che turistici tra l’autostrada A4 e l’area del Basso Garda veronese (investimento totale di oltre 86 milioni di euro), la cui cerimonia di consegna lavori si è svolta lo scorso 10 aprile 2024; 
  • il finanziamento dei lavori del raccordo autostradale tra l’Autostrada Brescia-Padova e la Valtrompia– Tronco Ospitaletto Sarezzo in provincia di Brescia, la cui progettazione e realizzazione sono state poste in carico ad ANAS, e che A4 Holding co-finanzia con un contributo complessivo pari a 270 milioni di euro di cui già erogati 96;
  • il completamento dei lavori di costruzione della corsia di emergenza sulla autostrada A4 in corrispondenza del cavalcavia ferroviario MI-VE in Comune di San Martino Buon Albergo (Verona), finalizzati al miglioramento della viabilità, mediante allargamento della piattaforma autostradale e realizzazione della corsia di emergenza mancante. L’intervento ha consentito inoltre di raddoppiare entrambe le carreggiate dell’adiacente Tangenziale Sud di Verona, portando da due a quattro il numero delle corsie di transito. I lavori sono stati ultimati il 29 settembre 2023 ed è stato perfezionato il collaudo dell’opera nel marzo 2024. L’investimento complessivo ammonta a 23,5 mln euro circa; 
  • il perfezionamento delle procedure di Conferenza dei Servizi, Intesa Stato-Regione sul progetto definitivo del primo stralcio del “Piano di contenimento e abbattimento del rumore”, che interessa l’intero tracciato della rete autostradale in esercizio e che prevede una serie di interventi di bonifica acustica da eseguirsi in tre diversi stralci nell’arco di 15 anni. Per gli interventi del primo stralcio la società ha stanziato 99,6 milioni di euro. Attualmente i chilometri totali di autostrada con barriere antirumore installate sono pari a 76,3 km; 
  • la bretella di collegamento tra il casello autostradale della A31 di Thiene (VI) e la SP Gasparona, di cui è stato redatto il progetto esecutivo, approvato dal Concedente nel marzo 2024 e a cui sono stati destinati 38,9 mln €; 
  • l’intervento di riqualificazione della viabilità di Verona Sud, di cui nel 2023 è stata avviata la progettazione esecutiva, che prevede un nuovo sistema di collegamenti di viabilità e mobilità volto a migliorare l’accessibilità all’autostrada, il collegamento con la tangenziale e la viabilità locale di accesso al centro città. Per tale intervento la Società ha stanziato 31 mln €.

Il traffico e l’incidentalità: +3,59% dei veicoli effettivi in un anno in A4 Brescia-Padova e in A31 Valdastico. -42% il tasso di mortalità degli incidenti. Operativo da inizio 2024 il nuovo I-COV

I dati di traffico registrati sulla rete nel corso del 2023 evidenziano un aumento complessivo del traffico, sia per i mezzi leggeri che per quelli pesanti, sull’intera rete in gestione e un effettivo ritorno alla normalità negli spostamenti rispetto al biennio 2020-2021, annualità prese a riferimento per le forti restrizioni adottate negli spostamenti per il contenimento della pandemia Covid-19. In termini di veicoli effettivi (numero di tutte le unità veicolari entrate in autostrada, a prescindere dai chilometri percorsi), sui tratti autostradali della A4 Brescia-Padova e della A31 Valdastico, il traffico ha registrato un incremento complessivo nell’anno 2023 pari ad un +3,59% rispetto al 2022 (per un totale di n.115.376.766 milioni di veicoli effettivi). Nella fattispecie: sul tratto A4 Brescia-Padova l’incremento complessivo del traffico è risultato del +3,03%, di cui un +3,99% per la componente leggera e un +0,31% per la componente pesante e per il tratto A31 Valdastico l’incremento complessivo si è attestato a +6,24%, di cui un +6,97% per la componente leggera ed un importante +4,14% per la componente pesante. Si segnalano che anche i dati riferiti al primo trimestre 2024 fanno rilevare un +0,8% di aumento del traffico veicolare rispetto allo stesso periodo del 2023. 

Per gestire al meglio il traffico, la sicurezza e il comfort di chi viaggia, da marzo 2024 è diventato operativo il nuovo I-COV, l’innovativo Centro Operativo della Viabilità della concessionaria e cuore nevralgico della gestione del traffico autostradale nelle tratte di A4 Brescia-Padova e di A31 Valdastico. Un progetto all’insegna dell’innovazione e dell’avanguardia tecnologica, per un nuovo concetto di mobilità intelligente, interattiva, integrata e interconnessa, che ha coinvolto nella sua realizzazione un team di oltre 100 persone per un anno e mezzo di lavoro e sul quale il Gruppo A4 Holding ha investito oltre 4 milioni di euro.

Ulteriori ingenti investimenti (27 milioni di euro in sole pavimentazioni stradali nel 2023) e una precisa pianificazione degli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria hanno concorso poi a un considerevole miglioramento del tasso di incidentalità globale (numero di incidenti per 100 milioni di km percorsi) rispetto al 2022, segno tangibile degli sforzi continuamente compiuti dal Gruppo nel campo della sicurezza stradale a tutela degli utenti e dei lavoratori impegnati sull’arteria. L’indicatore ha registrato un valore pari a 15,63 con un decremento dell’6,05% rispetto all’anno 2022.

Per il secondo anno di seguito scende ancora il tasso di mortalità degli incidenti (pari a 0,05) verificatesi sulle tratte in concessione ad A4 Holding, che ha registrato -42% rispetto al dato rilevato nel 2022. 

La sostenibilità economica, ambientale e sociale: distribuito agli stakeholder un valore economico pari a 379 milioni di euro

A4 Holding è da sempre impegnata concretamente a favore della sostenibilità economica, ambientale e sociale, come promotore di sviluppo dei territori attraversati dagli assi viari di competenza: un compito che include la responsabilità di praticare politiche sostenibili e socialmente responsabili di supporto alle comunità locali. 

Proprio con questo scopo A4 Holding ha pubblicato il “Bilancio di Sostenibilità” dove sono evidenziate le performance e i progressi raggiunti su tematiche ambientali, sociali e di governance (ESG) del Gruppo, con particolare attenzione alla gestione e valorizzazione del capitale umano. 

Nel 2023 è stato generato un valore economico pari a 533 milioni di euro, incrementando così il ruolo attivo della società come promotore di sviluppo economico del e per il territorio di competenza e permettendo di distribuire agli stakeholder un valore economico complessivo di oltre 379 milioni di euro.

Una particolare attenzione è stata poi dedicata alla valorizzazione delle persone e alla loro crescita professionale attraverso l’erogazione di oltre 10.700 ore di formazione ai 449 addetti totali a fine 2023, di cui il 99% risulta assunto con contratto a tempo indeterminato 

Nell’ambito della strategia di sostenibilità ambientale il programma predisposto dal gruppo A4 Holding in tema di decarbonizzazione ha registrato un ulteriore passo avanti rispetto agli obiettivi di riduzione delle emissioni di CO2 (Scope 1 e Scope 2) entro il 2024: è stato consolidato nel 2023 l’obiettivo di fornitura di energia da fonti rinnovabili per il 100% delle esigenze del Gruppo e i consumi energetici del Gruppo sono diminuiti del 10% rispetto a quelli del 2022; conseguentemente le emissioni di CO2 hanno fatto segnare nel 2023 un significativo -14%.

È stato inoltre concluso il programma di sostituzione di tutte le luci delle torri faro lungo le tratte di competenza con luci LED così come il programma di ricambio del 100% del parco auto (veicoli leggeri) con mezzi ibridi.

I progressi in ambito ambientale sono proseguiti anche grazie all’ottimizzazione della gestione dei rifiuti e a iniziative di economia circolare sul totale di rifiuti non pericolosi generati che sono diminuiti ulteriormente del 24% rispetto al 2022, assicurando un tasso di riciclo superiore al 90%.

Per quanto invece attiene ai progetti e interventi riguardanti la sostenibilità sociale, l’impegno del Gruppo nel supporto alla comunità locale si è concretizzato in un totale di 19 iniziative per l’anno 2023 indirizzate principalmente a integrazione culturale, mobilità e sicurezza stradale, formazione e ricerca e preservazione ambientale.

Particolare attenzione è stata riservata alle campagne di promozione e sensibilizzazione sulla mobilità sostenibile e la sicurezza stradale, che hanno visto nel 2023 la creazione anche di nuovi format oltre alla prosecuzione e l’implementazione di iniziative avviate anche con il Gruppo Abertis, come nel caso del progetto internazionale ‘Rights of way’ di Abertis e Unicef: un accordo di collaborazione a cui partecipa anche A4 Holding e che mira a contrastare gli incidenti stradali dei bambini durante i loro spostamenti quotidiani, soprattutto durante il tragitto casa-scuola-casa.

L’iniziativa itinerante “Isola della mobilità sostenibile” dedicata ai bambini in età scolare ha offerto loro uno spazio dove imparare le prime regole della sicurezza stradale, così come il concorso “Sulla strada giusta” ha coinvolto in un contest direttamente tutti gli studenti delle classi terze, quarte e quinte delle scuole primarie della Regione Veneto e della provincia di Brescia per la realizzazione di un elaborato libero che interpretasse uno dei 3 temi fondamentali della mobilità sostenibile (Sicurezza Stradale, Rispetto dell’ambiente e Valorizzazione del Territorio). 

Per incidere maggiormente sulla modifica degli atteggiamenti riguardanti la consapevolezza del rischio è stata poi la volta della campagna di sensibilizzazione “#usalatesta” un’iniziativa che da diversi anni vede il Gruppo a fianco dell’Associazione Verona Strada Sicura in un dialogo diretto e aperto attraverso scambi di esperienza fra addetti alla sicurezza stradale e forze dell’ordine con giovani studenti in età da patente delle classi quarte e quinte delle scuole superiori di secondo grado di Verona e Provincia.

Il “Forum sulla sicurezza stradale” e i dati raccolti anche nel 2023 dall’ Osservatorio “Stili di Guida” hanno offerto l’occasione per discutere e dibattere assieme ai giovani studenti del Veneto e della provincia di Brescia, e a professionisti del settore e operatori della mobilità, delle cattive abitudini e comportamenti pericolosi alla guida e la campagna sociale “Non fare lo sbronzo” in partnership con Vinitaly ha veicolato, per 4 giornate dell’evento “Vinitaly and the City 2023” il messaggio “Alla guida non fare lo Sbronzo”, al fine di sensibilizzare tutti i partecipanti sugli effetti dell’alcool alla guida

È proseguito infine l’impegno da parte del Gruppo al sostegno economico alla ricerca universitaria in tema di mobilità sostenibile attraverso il riconoscimento “Cattedra Abertis – Anno 2022”, alla sua seconda edizione in Italia in collaborazione con l’ICEA dell’Università di Padova.

👉 VUOI RICEVERE IL SETTIMANALE ECONOMICO MULTIMEDIALE DI VERONA NETWORK?
👉 ARRIVA IL SABATO, È GRATUITO!

PER RICEVERLO VIA EMAIL

Condividi ora!