ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI VERONA: PROPOSTA

di admin
Gli iscritti sono stati invitarli a partecipare al progetto di raccolta di fondi, lanciato da Fondazione Arena, onde ridare linfa all’Anfiteatro-monumento, simbolo di Verona, e denominato: “67 colonne per l’Arena di Verona”.

Un progetto ideale-virtuale di ricostruire la cinta areniana, più esterna di arcate, distrutta nel 1.117 da un  terremoto, con un abbraccio di imprenditori, professionisti e persone comuni, uniti dall’amore per l’Arena e per l’Italia. Una sorta di “chiamata alle armi”, rivolta a privati e aziende, per il sostegno di Fondazione Arena di Verona, avente ruolo centrale nella storia, nella cultura e nell’economia del territorio. “Il Festival Lirico occupa un ruolo centrale, nell’economia di Verona e provincia, sia per l’effetto in termini di occupazione e di produzione di ricchezza sul territorio, sia per l’importante volano di attrazione turistica, che rappresenta”, evidenzia il presidente Andrea Falsirollo, nella comunicazione /invito, inviata ai circa 2.800 iscritti, riprendendo l’appello della sovrintendente, Cecilia Gasdia. Ancora Falsirollo: “Anche in un momento di fragilità, per alcune professioni, dobbiamo tutti sentirci coinvolti. Un territorio più ricco attrae investimenti, relazioni internazionali, favorite dal Festival lirico, sicurezza e benessere dei cittadini. La responsabilità di sostenere l’economia del Festival, il patrimonio culturale, che rappresenta, lo spettacolo,  che tutto il mondo ci invidia, è una responsabilità collettiva”. L’Ordine ha, quindi, deciso, senza alcun vincolo di risultato, di adottare una colonna speciale, una delle citate “sessanta sette”, per l’anno 2021. La Colonna mira ad essere riempita dai contributi liberi degli iscritti, che vorranno diventare pietre ideali, nella costruzione del citato progetto. Verso la metà di maggio, si terrà online, l’evento di lancio della campagna #iosonolarena, dedicato proprio agli Ordini Professionali e alle Associazioni di Categoria. Un grande gesto, quello dell’Ordine degli Ingegneri, che l’Arena e Verona non dimenticheranno.
Pierantonio Braggio

Condividi ora!