Sindacati -Governo: La battaglia virtuale delle pensioni virtuali!!

di admin
E' andata in onda, in questi giorni, sui canali politici nazionali la sceneggiata delle trattative tra Governo e Sindacati della triplice, il tutto per giustificare forse che qualcuno sta lavorando a favore dei pensionati. La fascia dei pensionati ex lavoratori o semplicemente cittadini anziani, son una larga fascia della società italiana e all'approssimarsi delle elezioni…

Il Governo alla ricerca di voti e in modo da poter giustificare i soldi che prende tormentando il cittadino in avanzato stato di senescenza con incubi e miraggi e i Sindacati sempre per giustificare i lauti stipendi che si staccano a fine mese e nella speranza che gli ignavi pensionati continuino a pagare tessere utili principalmente alla persistenza del sindacato. Entrambi mossi a questo teatrino di scontro, una battaglia del tutto virtuale dove tutti sono già sostanzialmente d’accordo, su di un tema assai virtuale come le pensioni che da anni non esistono più. Sullo sfondo della scena le paludate espressioni di varie figure tutte comandate a bacchetta che sono assolutamente indipendenti quali Banca d’Italia, Corte dei Conti, Ragioneria Generale dello Stato e l’INPS che predicano e si sollazzano con qualche sparata intellettualmente onesta che rende la sceneggiata più credibile. Le pensioni sappiamo che fanno capo all’INPS solo in quanto soggetto erogatore terzo di soldi altrui, lo Stato, che così non figura col suo disastroso bilancio programmatico nel più disastroso e pauroso bilancio che è quello dello Stato Italiano. Gli attori sulla scena fanno finta e gesticolano e si riempiono di versi e di parole, prive di sostanziale significato parlando di soldi che non esistono più e che dipendono soltanto dalla stabilità del sistema finanziario che procura tutti i mesi, indebitandosi sempre più, i soldini per far andare avanti la baracca. Per ora lo spettacolo è gratuito, ma prima o poi qualche maschera ci sveglierà dal torpore e ci caccerà dalla platea o ci chiederà il conto, ed allora saranno guai.

Condividi ora!