La Camera di Commercio Italo-Americana premia a Verona il vino veneto.

di admin
I riconoscimenti consegnati dall’ambasciatore degli Stati Uniti in Italia, John Phillips, alle Case vinicole Santa Margherita, Fossalta di Portogruaro, Venezia, e Byond Selection, Sant’Ambrogio di Valpolicella, Verona.

L’occasione del 50° Vinitaly (1967-2016), tenutosi a Verona nei giorni 10-13 aprile 2016, è stata felicemente colta dalla Camera di Commercio Italo-Americana, Milano, per premiare due aziende agricole venete, che, attraverso l’esportazione di vino di qualità negli Stati Uniti, non solo danno sviluppo ai rapporti commerciali con la più grande Democrazia del mondo, ma contribuiscono, al tempo, anche rafforzare le basi, già validissime, per sempre maggiori amicizia e collaborazione. La premiazione ha avuto luogo nella storica “Sala Arazzi” del Municipio di Verona, dove l’assessore all’Economia, Marco Ambrosini, porto il saluto del sindaco Flavio Tosi, ha espresso soddisfazione per l’evento, voluto per la quinta volta dalla Camera di Commercio Italo-Americana, alla quale ha espresso riconoscenza per l’apprezzata idea di premiare produttori e le loro eccellenze, esportate e, quindi, fatte conoscere negli Stati Uniti d’America. Simone Crolla, manager director dell’Istituzione Italo-Americana, crolla@amcham.it, si è detto lieto di poter conferire il premio della propria Camera a due aziende vitivinicole, che con l’esportazione di vino negli Stati Uniti, svolgono pure azione, in suolo americano, d’importante ampiezza sociale. L’ambasciatore degli Stati Uniti in Italia, John Phillips, dettosi lieto d’essere a Verona, città del vino, accanto alla Camera di Commercio Italo-Americana, si è congratulato ed ha consegnato gli awards, o riconoscimenti, alle Case vinicole Santa Margherita, Fossalta di Portogruaro, Venezia, e Byond Selection, Sant’Ambrogio di Valpolicella, Verona, sottolineando che tali riconoscimenti confermano i solidi, e necessari, legami esistenti fra Stati Uniti ed Italia. Gaetano Marzotto, presidente del Gruppo Santa Margherita, non ha potuto fare a meno di porre in luce come la denominazione della sua azienda derivi dal nome di nonna Margherita, simbolo di un’ottantennale passione e di cultura del vino, che la sua Casa, esporta, da trentacinque anni, negli USA. Marzotto ha ringraziato, quindi, anche Vinitly, nel suo 50° anniversario, che permette d’incontrare e di soddisfare clienti, nonché di conoscere meglio i mercati, specie quello americano, e le loro esigenze. Michelangelo Fasoli, amministratore delegato di Beyond Selection, ha presentato la sua azienda come holding giovane, sorta nel 2011, ormai radicata ed attiva, con il suo amore per il vino, nello Stato del Texas e anche ad Hong Kong; Beyond Selection, considerando gli Stati Uniti come ‘terra dei sogni, che diventano realtà’, vi è impegnata anche nel supporto all’arte e in opere di solidarietà.
Pierantonio Braggio

Condividi ora!