Il Banco Popolare e il suo edificio centrale.

di admin
Il volume: Carlo Scarpa per la sede della Banca Popolare di Verona.

restauro conservativo della storica sede della Banca Popolare di Verona, oggi Banco Popolare, Piazza Nogara,  Verona. L’opera “Carlo Scarpa per la sede della Banca Popolare di Verona”, è stata affidata alla Direzione dei Musei d’Arte e Monumenti del Comune di Verona ed è edita da Silvana Editoriale. Curatori ne sono stati l’architetto Valter Rossetto, che collaborò con Arrigo Rudi al cantiere della Banca Popolare di Verona, e Alba Di Lieto, conservatrice dell’Archivio Carlo Scarpa di Verona, con la cura redazionale di Anna Pasti. Il volume   ricorda come, nel 1973, la Banca Popolare di Verona abbia affidato a Carlo Scarpa (1906 -1978) la sistemazione della sede centrale dell’Istituto, in piazza Nogara a Verona, con l’obiettivo di accorpare alcuni edifici già esistenti e ristrutturarli. Scarpa, consapevole che le facciate avrebbero costituito il biglietto da visita dell’Istituto di credito veronese, lasciò una traccia indelebile della sua visione architettonica, realizzando un’ opera memorabile. Dal 1973, il passare del tempo, tuttavia, aveva offuscato la bellezza dell’edificio, tornato, oggi, all’originario splendore, dopo il sapiente restauro conservativo concluso nel 2014, a cura di Valter Rossetto, formatosi alla scuola di Scarpa e di Arrigo Rudi. Il volume in tema è di rilevante importanza, in quanto colma una lacuna nel campo degli studi scarpiani e, al tempo, restituisce la complessità dell’opera: “Con analisi ragionata e acuta, il libro –  testo bilingue – pone in luce gli infiniti particolari, le numerose sfaccettature, i molteplici sguardi di una costruzione disegnata e costruita, esternamente e internamente, con cura estrema, capace di dialogare con la ragione, ma anche con i sensi”, ha affermato il presidente del Banco Popolare, Carlo Fratta Pasini. Il contesto internazionale dell’architettura del Maestro e le sue tendenze anglofile sono evidenziate da Maddalena Scimemi, nel saggio “Un volto internazionale per la banca di Verona”.
Cuore della pubblicazione è il testo di Valter Rossetto, che documenta con precisione la metodologia seguita, nell’intervento conservativo: il rilievo digitale realizzato ex-novo, l’analisi dei materiali e del degrado effettuati con moderne tecnologie, la ricostruzione delle ricette per i vari tipi di intonaci e il metodo profondamente “scarpiano”.
La parte finale della pubblicazione è dedicata ai disegni di Carlo Scarpa. In occasione della pubblicazione del volume, Clotilde Venturi Scarrazzai e Valter Rossetto hanno donato all’Archivio Carlo Scarpa del Museo di Castelvecchio, Verona, cinque disegni del Maestro, che saranno esposti dal 14 marzo al 15 aprile 2016, presso la sede del Banco Popolare di Verona. Lo studio, la ricerca e la valorizzazione dell’opera di Scarpa sono stati premiati dalle generose donazioni che si sono susseguite: disegni di rilievo di Richard Murphy (2004), disegni per casa Gallo a Vicenza, offerti da Donata Gallo, e tavole dell’ingegnere Scarrazzai, consegnate dalla moglie Clotilde nel 2012. Che Scarpa abbia conferito all’edificio centrale del Banco Popolare un aspetto internazionalmente innovativo,
è confermato dal fatto della costante presenza di numerosi gruppi di visitatori stranieri, che si soffermano per ammirare e fotografare l’opera.
Pierantonio Braggio

Condividi ora!