VERONA: DA DOMANI NEGLI UFFICI POSTALI IN PAGAMENTO LE PENSIONI INPS

di admin
Da domani in tutti gli uffici postali della provincia di Verona saranno in pagamento le pensioni di marzo.

. Poste Italiane suggerisce di recarsi negli uffici postali in tarda mattinata, oppure di pomeriggio nel caso degli uffici postali aperti dalle 8.20 alle 19.05, evitando le prime ore del mattino. Dalle rilevazioni effettuate emerge infatti come un’elevata percentuale di pensionati si reca negli uffici postali nella fascia oraria compresa tra l’apertura degli sportelli e la prima mattinata. In provincia di Verona sono aperti dalle 8.20 alle 19.05 (sabato dalle 8.20 alle 12.35) gli uffici postali di Bovolone, Cerea, Legnago, San Bonifacio, Villafranca, Bussolengo, Castel d’Azzano, Pescantina, Peschiera, San Giovanni, San Martino e le succursali cittadini di Verona Centro, 2, 10 e 20.

Poste Italiane ricorda ai pensionati che hanno richiesto l’accredito che possono utilizzare le carte elettroniche collegate al libretto di risparmio oppure al conto corrente BancoPosta per il prelievo automatico del contante. L’operazione può essere effettuata in tutti gli sportelli automatici del circuito Postamat fino a 600 euro al giorno, oppure negli uffici postali senza limiti di importo e senza la necessità di compilare alcun modulo, dimezzando i tempi dell’operazione. Si stima infatti che il tempo necessario per un’operazione di prelievo con la carta sia di 3 minuti, contro i 6 minuti necessari per un prelievo tramite libretto di risparmio oppure libretto di pensione.

L’azienda, comunica inoltre che le persone con più di 70 anni possono pagare i bollettini di conto corrente a loro intestati con una commissione di € 0,70 anziché € 1,30. Per poter accedere al beneficio è sufficiente presentarsi con un valido documento d’identità a un qualsiasi sportello postale e richiedere lo sconto, applicabile a tutti i tipi di bollettini postali (fatture per le utenze luce, gas, acqua, telefono, le rate dei finanziamenti, bollo auto, multe e tutti i soggetti muniti di conto corrente postale). La riduzione può essere chiesta indipendentemente dal mezzo di pagamento utilizzato: contante, carte Postamat, bancomat.

Condividi ora!